Noi siamo in azienda con te

Noi siamo in azienda con te

Redazione No Comments

Cosa vuol dire avere più tempo?

Quando le persone mi chiedono chi sono io dico: “Sono un Coach

Rispondo così perché grazie agli strumenti che ho acquisito nel corso di venticinque lunghi anni mi hanno insegnato ed ho imparato che funziona molto di più essere un Coach che indossare tanti altri ruoli ma in modo poco produttivo.

Così il mio essere un Coach è diventato essere una mamma migliore, una moglie più presente, un imprenditore attento, un’amica disponibile, una figlia responsabile.

Questa mattina mi sono svegliata e ho pensato che mai come in questo momento devo essere un imprenditore che applica gli strumenti di Coaching.

Si, essere un Imprenditore!

Negli ultimi vent’anni ho guidato imprese, professionisti di ogni genere e ruoli aziendali.

Nella quasi totalità dei casi incontravo persone che avevano zero tempo libero, moltissimi compiti da svolgere, grandi responsabilità e moltissimo stress addosso.

Ho insegnato loro, uno dopo l’altro, senza trascurarne nessuno la capacità di usare il tempo a proprio vantaggio, traendone i benefici e moltiplicandolo, creando progetti, nuove imprese, serenità e produttività allo stesso tempo.

Tutto questo “obbligandoli” a fermarsi.

Se corri perdi la lucidità di cogliere e apprezzare le possibilità che la strada ti mette davanti.

Si li obbligavo. Volevano lavorare con me, allora dovevano fermarsi a riflettere.

Fermati e rifletti: ora lo puoi fare con più tempo

Riflettere su chi erano diventati e su chi volevano essere.

Riflettere sui loro punti di debolezza e sul come trasformarli in punti di forza.

Riflettere su quali capacità avevano “messo in campo” per arrivare dove erano e quali avrebbero dovuto tirar fuori per arrivare dove volevano arrivare.

Riflettere sulle persone che avevano a disposizione per farlo e su quali avrebbero dovuto trovare.

Riflettere su quanti sacrifici avevano fatto per arrivare dov’erano e quanti altri erano davvero disposti a farne per arrivare dove volevano arrivare.

Riflettere sulle prove che avevano vissuto e a cosa erano loro servite.

Riflettere sulla loro capacità innata di creare nuove opportunità focalizzandosi sull’ultima volta che ne avevano tratto vantaggio.

Se oggi sei un imprenditore, un professionista in qualunque campo ti chiedo di fermarti.
No “a casa” come si legge su tutti i social, ma “dentro di te”.
Ascolta il tuo cuore, il tuo intuito.

Attingi alle risorse che sicuramente hai e che hai usato in passato. Sicurezza, determinazione, coraggio, perseveranza, disposizione al rischio, flessibilità, ambizione, lucidità, costanza e molte altre.

Se le hai usate almeno una volta nella tua vita, allora le hai e le puoi usare adesso.

Il mio essere imprenditore è prima di tutto dato dalla capacità di esserlo di me stessa.
Dimostra a te stesso/a che hai tutte le capacità di farlo e fallo ora.

Arriverà il momento che la prova finirà ma è proprio nel momento della prova che dovevi fermarti, pianificare e creare strategie per essere in campo domani e segnare “il gol della tua vita”.

Cosa abbiamo voluto fare per voi

Io in prima persona e tutto lo staff di The Mind of the Child abbiamo creato un programma a 360° per imprese e professionisti per intervenire adesso sui risultati di domani.
Saremo al tuo fianco per:

  • Fare il punto della situazione attuale
  • Definire il Risultato al quale vuoi arrivare
  • Creare nuove opportunità
  • Identificare soluzioni
  • Tracciare il percorso più breve per arrivare a destinazione

Da bambino/a sognavi e guardavi oltre l’orizzonte. Quel bambino è ancora con te.

Basterà contattarci al numero verde 800034259 o scrivere direttamente a info@themindofthechild.com e verrete richiamati entro le 24 ore per supportarvi concretamente attraverso la nostra opera.

Adesso aspetto la tua chiamata pe guidarti personalmente! #noisiamoinaziendaconte
Con amore e rispetto.

Alessia Mortilla

Perché sempre più persone fanno un percorso di Life Coaching?

Redazione No Comments

Ecco perché il Life Coaching può cambiare la tua vita e quella degli altri

Migliorare la propria vita aiutando gli altri a ritrovare la propria autostima e il proprio benessere: quella del Life Coach è davvero una professione stimolante. Ecco perché sono sempre di più le persone che decidono di intraprendere questo percorso.

Il Life Coaching è un metodo che si fonda sul cambiamento organizzativo e operativo e che mira all’autorealizzazione del cliente. Si rivolge quindi a tutte le persone che hanno desiderio di crescere e migliorare se stesse dal punto di vista personale o professionale. Il delicato lavoro di un Life Coach è quindi quello di consentire al proprio cliente di operare un cambiamento positivo sviluppando e valorizzando le sue potenzialità personali e anche mettendo in atto piani di azione finalizzati al raggiungimento di determinati obiettivi.

Portare un simile cambiamento nella vita delle persone è un’esperienza che arricchisce anche chi questo cambiamento lo asseconda con i propri consigli e con la propria guida. Se anche tu vuoi fare la differenza nella tua vita in quella degli altri, se pensi che sia arrivato il momento di cambiare lavoro, puoi intraprendere un percorso che ti porti a diventare Life Coach. Non importa da dove vieni o cosa stai facendo oggi, se sei determinato e se lo desideri davvero, questa può essere la tua professione.

Qual è l’ambito di competenza del Life Coaching

Il Coaching è un metodo che si basa sull’apprendimento attivo, è una disciplina finalizzata al miglioramento delle performance che si basa sulla motivazione, sull’ottimismo, e anche sulla creatività. In particolare, il Life Coaching si concentra sui problemi delle persone per accompagnarle verso il futuro che esse desiderano. La felicità inizia ad essere costruita passo passo in un viaggio in cui la persona non è mai solo ma accompagnato da Life Coach. L’obiettivo è cambiare e migliorare, rendere le persone capaci di raggiungere in autonomia i loro obiettivi.

Possiamo definire un Life Coach come un allenatore delle potenzialità che organizza la relazione, basandosi sulla logica del potenziale. In altre parole, un Life Coach ti aiuta a valorizzare tutto ciò che fino ad ora non sei riuscito ad esprimere. Si instaura una partnership in cui sei tu a determinare gli obiettivi mentre il Coach ti aiuta a raggiungerli migliorando la motivazione personale, scoprendo e allenando le potenzialità, individuando le convenzioni che fino a questo momento ti hanno imposto dei limiti. Il Life Coaching è un metodo utile in diverse situazioni, in generale in tutte le situazioni che presuppongono un cambiamento:

  • definire nuovi obiettivi personali o professionali
  • migliorare la percezione di sé stessi e acquisire maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità
  • affrontare nuove sfide o assumersi nuove responsabilità
  • superare dei momenti di difficoltà
  • imparare a trovare nuove soluzioni creative
  • riconquistare fiducia in se stessi e gestire momenti di stress.

I corsi per diventare Life Coach

Life Coach ovviamente non ci si improvvisa: il professionista è capace di usare con maestria gli strumenti del Coaching e della PNL per aiutare le persone a migliorare le loro performance e a guidarle verso i loro obiettivi. Se vuoi intraprendere questa professione deve quindi formarti scegliendo un percorso che ti fornisca le competenze necessarie a rivestire questo ruolo.  In Italia la professione di Coach è riconosciuta dalla legge numero 4 del 2013 che disciplina le professioni Non ordinate in ordini e collegi.

Per diventare Life Coach è necessario frequentare un percorso formativo di uno o più corsi presso una scuola che possa fornire un titolo che sia riconosciuto dalla vigente normativa.  L’istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, organizza dei corsi professionali riconosciuti ai sensi della legge italiana 4/2013.
È l’unica scuola in Italia a poter certificare ben 9 percorsi di specializzazione, tra cui il percorso LIFE valido per diventare un Life Coach.

I programmi dei corsi e gli esami finali sono poi riconosciuti dalla Associazione Nazionale Professionale di Coaching e PNL, ai fini dell’iter di certificazione come coach professionista. I corsi di specializzazione in PNL sono infine riconosciuti e certificati dalla Society of NLP l’unica Organizzazione Internazionale creata e riconosciuta dai fondatori della PNL Bandler e Grinder.

Contattaci subito per avere maggiori informazioni!

Come trasformare le emozioni negative in stati risorsa positivi

Redazione No Comments

Perché è importante capire che le emozioni negative sono parte di noi

Provare emozioni è la cosa più naturale del mondo. Tutti proviamo emozioni ogni giorno, incessantemente: è un po’ come dormire e respirare, è qualcosa che fa parte di noi. Possiamo dire che il nostro scopo nella vita è quello di provare sempre emozioni positive, che ci fanno stare bene. Chi infatti, vorrebbe provare emozioni negative? Nonostante il nostro impegno nessuno di noi è al riparo da sensazioni come ansia, tristezza, paura, rabbia. Quante volte anche tu ti sei trovato in questa situazione, sei stato male e hai incolpato della tua sofferenza qualcun altro o addirittura il mondo intero?

Da dove partire per eliminarle?

Anche se puoi pensare che molte situazioni negative derivino da altri, da una situazione esterna o dalla sfortuna, questo è falso. Nella maggior parte dei casi è proprio il tuo stato d’animo negativo a portarti in situazioni ancor peggiori, l’unico modo che hai per migliorare la situazione quindi è lavorare sulle tue emozioni, allontanando quelle negative in favore di quelle positive. La buona notizia è che fare ciò è possibile. Per capire come eliminare le emozioni negative devi per prima cosa capire da dove provengono. Concentrarsi sull’emozione in sé e per sé non ha senso, cambia poco il risultato, semplicemente ti carica ancora di più di ansia paura e pessimismo.

Governa le emozioni comprendendo meglio te stesso

ll primo passo per modificare il tuo stato emozionale è quello di assumerti la responsabilità della tua situazione: sei tu che provi qualcosa in risposta a ciò che hai visto, che hai sentito o che ti è accaduto. Sono le tue reazioni a farti provare delle sensazioni in risposta ad una situazione. La tua responsabilità consiste quindi nel rispondere in modo positivo o negativo: la verità è che niente e nessuno può farti sentire negativo, sei solo tu a deciderlo.
Sono in particolare i tuoi pensieri a guidare le tue emozioni: se pensi qualcosa che ti rende infelice sarai infelice, se pensi qualcosa che invece ti rende felice sarai felice. La cosa importante che devi ricordare riguardo alle emozioni è che tutte, in qualche modo, sono positive perché spingono all’azione, ti portano a fare qualcosa. Ma devi anche sempre ricordare che tu e solo tu hai il completo controllo di come ti senti in ogni situazione e di ciò che pensi in ogni momento.

Come trasformare uno stato emotivo negativo in positivo

Vorresti superare il tuo stato emotivo negativo, eppure ti sembra impossibile? Devi sapere che puoi scegliere di provare serenità anche se hai molti problemi perché tu hai il potere di farlo. Dentro di te hai delle enormi risorse a cui puoi ricorrere, a frenarti ci possono essere però dei limiti che tu stesso ti auto imponi. Imparare a gestire le emozioni significa spezzare quel presunto legame che lega spesso la nostra sofferenza nel presente a qualcosa che è avvenuto nel passato, oppure semplicemente imparare a vedere le cose in modo diverso. Anziché eliminare le tue emozioni negative, imparare a comprenderle, accettarle, sfruttarle al meglio. Prendiamo ad esempio l’ansia: questa emozione può trasformarsi in stress se raggiunge un livello eccessivo, eppure se riconosciuta in tempo e ben gestita può divenire un’alleata capace di ricordarci cosa dobbiamo fare evitando di rimandare le nostre attività. Allo stesso modo la paura può trasformarsi in coraggio spingendoci ad agire.

La PNL ci fornisce diverse tecniche per fare questo. Una delle tecniche più utilizzate ed efficaci per trasformare le emozioni si chiama l’ancoraggio: consiste nel creare un’associazione tra uno stimolo e una risposta usando delle ancore. È un sistema molto utile quando si devono affrontare delle situazioni stressanti: puoi decidere tu l’emozione che vuoi provare scegliendone una positiva come fiducia, felicità, serenità. Puoi fare questo con l’aiuto di un Coach che ti insegnerà come ancorare l’emozione positiva ad un semplice movimento come può essere toccarsi il lobo dell’orecchio. Si ottiene questo risultato richiamando un ricordo positivo in cui ti sei sentito bene, felice. Mentre rivivi quella sensazione il Coach tocca il tuo lobo dell’orecchio e dopo averlo fatto più volte riuscirete a creare un’ancora a cui puoi ricorrere ogni volta che ne senti il bisogno.

Scopri te stesso e le tue emozioni grazie al Coaching

Dove nascono le tue emozioni negative? Perché le provi? Non puoi affidarti solo a delle tecniche per trasformarle in emozioni positive, devi guardare in te stesso, conoscerti meglio e capire da dove nasce tutto. Se fossi tu stesso, con le tue convinzioni limitanti, a sabotare la tua felicità? Se vuoi intraprendere un cammino di crescita, che ti consenta di imparare a gestire e affrontare meglio le situazioni, il Coaching è quello che fa per te. Questo metodo può fornirti gli strumenti per lavorare su te stesso, tirare fuori le tue potenzialità, capire chi sei, come vedi il mondo e perché lo fai proprio in questo modo.

L’Istituto The Mind of The Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, ha studiato diversi percorsi che possono fare al caso tuo:

  • frequentando il corso The Mind “Alla scoperta del Bambino che è in te” puoi arrivare a conoscere davvero te stesso, a ritrovare il tuo equilibrio e la tua armonia interiore acquisendo maggiore fiducia in te stesso. Capirai come indirizzare la tua vita verso ciò che per te conta realmente.
  • Il corso Ricomincio da me con Principi di Coaching è un’occasione unica per imparare a sfruttare le tue immense potenzialità e per comprendere quali sono i limiti e le paure che oggi ti impediscono di arrivare dove desideri.

Tutti i corsi del The Mind of The Child Coaching School sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013. Inoltre i corsi di specializzazione in PNL sono riconosciuti e certificati dalla “Society of NLP“, l’UNICA Organizzazione Internazionale fondata dai creatori della PNL (Richard Bandler e John Grinder) per garantire la qualità nella formazione in PNL.
Trova il corso che fa al caso tuo!

La PNL funziona solo se…

Redazione No Comments

La PNL funziona davvero? Scopri come puoi renderla davvero efficace

La PNL funziona davvero? Come mai alcune persone dicono il contrario? I motivi possono essere diversi, proviamo a fare chiarezza.
La PNL, Programmazione Neuro Linguistica, è una disciplina che partendo dallo studio dell’esperienza soggettiva, aiuta a comprendere come funziona il cervello, quali sono i meccanismi che guidano la mente e che determinano le emozioni. Sono tutte informazioni che probabilmente pensi di avere già: possiamo assicurarti che nella maggior parte dei casi le persone sono poco consapevoli di chi sono in realtà, di quali sono le loro potenzialità, quali sono i meccanismi interni che le spingono a comportarsi e a pensare in un determinato modo.

Riprogrammarsi con la PNL

Ognuno di noi si porta dietro un bagaglio di abitudini, di convinzioni, che determinano il nostro comportamento: in pratica interpretiamo la realtà attraverso questi filtri. Possiamo paragonarlo ad un sistema operativo che risente dell’educazione che abbiamo ricevuto, delle esperienze passate, dell’ambiente in cui siamo cresciuti. Questo sistema operativo lavora in maniera inconscia: a volte risponde in modo inefficace alle nostre aspettative, impedendoci di trovare la felicità nella vita. La buona notizia è che anche noi possiamo essere riprogrammati e la PNL ci insegna come fare.

Tutti possono avvicinarsi alla PNL e trarne evidenti benefici in ogni ambito della vita, che sia professionale, personale, relazionale. La PNL può essere utile anche a te, può aiutarti a fare chiarezza su molti aspetti e al tempo stesso può fornirti gli strumenti giusti per raggiungere finalmente risultati che oggi sembrano essere fuori portata. Questo perché se riesci a comprendere come funziona davvero il tuo cervello, puoi agire in modo consapevole per cambiare le cose a tuo favore

Come applicarla nel modo giusto?

La PNL funziona se la applichi nel modo giusto. Quando scopri i meccanismi che ti regolano e prendi atto delle tue potenzialità sei pronto ad affrontare nuove sfide e se vuoi, anche raggiungere obiettivi che hai sempre ritenuto troppo lontani. Questo perché i limiti che ti sei imposto talvolta esistono solo nella tua mente. La PNL ti fornisce anche gli strumenti per padroneggiare le emozioni e migliora quindi il modo in cui ti relazioni con gli altri e con il mondo. Puoi acquisire la chiave di accesso per comunicare con gli altri ed essere più persuasivo.
La PNL è anche conosciuta come “scienza dell’eccellenza umana”: studia il modo in cui il linguaggio influenza i programmi della nostra mente, intendendo con il temine linguaggio non solo la parola, quindi la comunicazione verbale, ma anche quella para verbale e non verbale.
Questa tecnica può cambiare il modo in cui vedi e interpreti la realtà, è possibile anche apprendere come modificare le sensazioni associate ad eventi negativi del passato.

Puoi quindi raggiungere grandi risultati, ma devi essere consapevole che la PNL funziona se e solo se riesci a divenire completamente padrone dei suoi strumenti.

I modelli linguistici e comportamentali si rivelano poi efficaci se vengono messi in atto tutti i principi operativi su cui si basa la PNL che possiamo riassumere in:

  • definizione dei risultati
  • comprensione degli eventi
  • flessibilità di comportamento
  • azione.

Devi capire come funziona la tua mente, come archivia le informazioni, quali sono i tuoi filtri percettivi, solo in questo modo puoi aire in modo consapevole. Purtroppo alcuni corsi di PNL non affrontano in modo congruo tutti questi aspetti, ecco perché è importante rivolgersi ad un Istituto serio che abbia comprovata esperienza e titoli per insegnarla.
La The Mind of the Child School è diretta da Alessia Mortilla, un Trainer con licenza internazionale che insegna questi strumenti da più di venti anni e che ne certifica e garantisce i livelli di specializzazione.

Avvicinati alla PNL con The Mind of the Child

Ognuno di noi può usare la PNL per raggiungere i propri obiettivi, qualunque essi siano. Se vuoi avvicinarti a questa affascinante disciplina l’Istituto The Mind of the Child diretto dalla coach di fama internazionale Alessia Mortilla, tiene i corsi riconosciuti al mondo come licenze in Pnl.

  • Il Corso PNL Practitioner è il primo livello di specializzazione in Programmazione Neuro Linguistica, ti consente di apprendere le metodologie di base della PNL e oltre alla teoria prevede una parte pratica con esercitazioni che ti consentono di sperimentare davvero gli effetti positivi e reali della PNL.
  • Il Corso PNL Master Practitioner è il secondo step di specializzazione che ti consente di acquisire maestria degli strumenti della PNL.
  • Un altro interessante corso è Comunicare: utilizzo efficace della linguistica, che ti consenti di acquisire, anche davanti ad un pubblico, padronanza della comunicazione verbale e non verbale.

L’offerta formativa della The Mind oh the Child School è molto ampia e puoi sicuramente trovare il percorso che fa al caso tuo. Tutti i corsi sono riconosciuti a livello ufficiale dalla legge 4/2013, i corsi di PNL in particolare godono del riconoscimento e della certificazione della Society of NLP” che è l’Unica Organizzazione Internazionale fondata da Richard Bandler e John Grinder, fondatori della PNL.

lavorare felici

3 consigli per lavorare felici e vivere ancora meglio

Redazione No Comments

Vuoi conoscere il segreto per lavorare felici? La risposta potrebbe stupirti!

Lavorare felici in un contesto sereno e stimolate aumenta la redditività delle aziende e lo stato di benessere dei dipendenti. La felicità è una condizione che rende propositivi, ricettivi, aiuta la mente a fantasticare, creare, inventare. Aggiungiamo poi che rende più semplice affrontare le mansioni quotidiane e migliora i rapporti interpersonali con colleghi o clienti.

La felicità è un’emozione forte, vincente: spesso nasce in seguito ad avvenimenti esterni, a fatti accaduti che suscitano in noi una reazione positiva, è anche vero che ogni persona è in grado di creare in autonomia le condizioni che rendono ottimale la sua vita.

La felicità infatti è soggettiva. Solo tu puoi decidere consapevolmente di essere felice e questo anche a fronte di una situazione negativa.

Tutto dipende da te e da come lo affronti

Sei tu a decidere di vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Sei tu a dare la tua personale interpretazione al mondo e a ciò che accade, tu e solo tu sei responsabile della tua felicità e del tuo benessere e puoi creare le condizioni per lavorare in modo ottimale.

Se questo ti sembra difficile, addirittura impossibile, ti sbagli di grosso. È possibile allenarsi ad essere felici adottando in modo consapevole pensieri e atteggiamenti positivi: all’inizio dovrai impegnarti in questo processo, ma piano piano ogni cosa ti verrà naturale.

3 consigli per lavorare felici e vivere di conseguenza

lavorare felici

1 . Pensa e agisci in modo positivo 

Inizia valorizzando gli aspetti positivi e prova minimizzare ciò che va male. In questo può aiutarti il rapporto con i colleghi: allontana le persone negative, allaccia invece rapporti con quelle allegre, che ti fanno stare bene e con le quali riesci a lavorare meglio.

Pensa alla tua carriera come un percorso ricco di opportunità, che può anche prendere deviazioni inaspettate a tuo favore. A volte si può infatti lavorare felici scegliendo una nuova strada, invece di ostinarsi a perseguire la vecchia. L’importante è affrontare il cambiamento con fiducia.

2.  Abbi fiducia in te stesso 

Non aspettare che il capo o qualcun altro stia lì a giudicare il tuo operato, in molti luoghi di lavoro non vengono certo consegnate medaglie! Puoi però essere tu a chiedere ai tuoi superiori un feedback per capire se stai andando bene, oppure per avere un confronto costruttivo che può ampliare le tue competenze aiutandoti ad acquisire maggiore sicurezza e fiducia in te stesso. Ogni lavoro se svolto con passione, può portare a buoni risultati, il tempo ti aiuta a maturare esperienza, a crescere. Anche i colleghi sono risorse che possono aiutarti a ridurre la pressione lavorativa, condividendo la tua quotidianità potete scegliere di lavorare in squadra dividendovi compiti e meriti. E se incontri difficoltà a relazionarti con qualcuno di loro, smetti di pensare che dovrebbe cambiare, inizia invece a comportarti tu in modo differente. Questo principio vale nel lavoro come nella vita: se cambi atteggiamento, avrai una reazione diversa a quella precedentemente ottenuta in risposta.

3.  Porta alla luce il tuo talento

Lavorare felici è più semplice quando si può esprimere il proprio talento. Nella vita tutti abbiamo delle passioni e a volte sono proprio queste a farci cadere in errore, quando pensiamo di poterle coltivare lavorando. Le passioni sono hobby o attività che amiamo fare: non è detto che queste possano esprimere il nostro talento.

Tutti noi abbiamo anche delle abilità innate, delle risorse a cui possiamo attingere per usarle a nostro vantaggio nel lavoro e nella vita. Il problema è che in molte persone il talento resta nascosto, alcuni non riescono a prendere coscienza del loro valore. Questo per tanti motivi diversi, magari a causa delle pressioni familiari o delle convinzioni limitanti che essi stessi si impongono. A volte è anche la paura a impedire di uscire dalla propria zona di comfort: è più semplice lavorare con il pilota automatico piuttosto che cogliere nuove opportunità di crescita.

Chi, al contrario, è consapevole del proprio talento non trova ostacoli nella vita e riesce ad arrivare, purché lo desideri davvero, ovunque voglia.

Libera il tuo talento con il Coaching 

lavorare felici

Il coraggio di cambiare nasce quando si acquisisce la piena consapevolezza delle proprie risorse, delle proprie abilità. Se desideri un lavoro diverso, una vita diversa, devi agire, perché sta a te cambiare lo stato di cose. Puoi scegliere di fare un lavoro che ami, oppure accontentarti di un posto che ti rende insoddisfatto.

Tutto deve partire da te, da chi sei davvero, da ciò che desideri. Inizia lavorando su te stesso, sulla tua autostima, sul tuo miglioramento personale e libera il tuo talento!

Il Coaching può esserti di aiuto in questo percorso, può fornirti gli strumenti giusti per operare un cambiamento nella tua vita dopo aver preso coscienza delle tue innate risorse.

L’Istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla ha studiato diversi percorsi che possono aiutarti a fare una salto di qualità e partono dal tuo miglioramento personale per migliorare la tua autostima a la fiducia in te stesso, ad esempio:

  • The Mind – Scopri il bambino che è in te – il corso giusto per prendere coscienza delle enormi potenzialità che oggi ignori e che invece puoi sfruttare per migliorare la tua vita e raggiungere i tuoi obiettivi.
  • Ri-comincio da me con principi di Coaching – per capire come applicare alla tua vita gli strumenti del Coaching. Il corso parte da chi sei, da cosa desideri e ti illustra come puoi raggiungere i tuoi obiettivi sfruttando le tue potenzialità.
  • Potenzialità – è il corso che può aiutarti a prendere coscienza delle tue innate risorse e metterle al servizio del tuo

Tutti i corsi della The Mind of the Child School sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013 mentre i corsi di specializzazione in PNL sono riconosciuti e certificati dalla “Society of NLP”, l’unica Organizzazione Internazionale fondata da Richard Bandler e John Grinder, fondatori della PNL.

eroi o supereroi

Eroe o Supereroe: chi scegli di Essere?

Redazione No Comments

“L’eroe, nell’era moderna, è colui che, di propria iniziativa e libero da qualsiasi vincolo, compie uno straordinario e generoso atto di coraggio, che comporti o possa comportare il consapevole sacrificio di sé stesso, allo scopo di proteggere il bene altrui o comune”.
Cosi è definito l’eroe.

Ma chi è oggi nel 2020 davvero un eroe?

È scritto essere colui che prende l’iniziativa.
Iniziativa deriva da iniziare, intraprendere l’inizio di un percorso.
Indica genericamente l’impulso a iniziare cose nuove, la decisione da cui prende inizio un’attività, e quindi la capacità di avviare nuove iniziative. Esattamente quello che si fa con il Coaching.
Perché questo è legato ad un eroe?
Beh io mi sono fatta la mia idea.
In questo momento storico ma in particolare per indole e condizionamenti ricevuti, molti esseri umani tendono a focalizzarsi su un allineamento agli standard piuttosto che ad emergere dagli standard stessi.
“Meglio stare male insieme piuttosto che da soli” o “Meglio stare male da soli piuttosto che stare con qualcuno che non sai come si comporterà”.
“Si ti comprendo è capitato anche a me.”
“Hai ragione è difficile.”
“Lo so ci sono passato.”
“Non si poteva fare altrimenti nel tuo caso.”
“Hai ragione ti capisco.”
“Lascia stare ora non è il momento.”
Tutte frasi lasciate li senza un vero stimolo ad agire.
Chi inizia è proprio colui che ascolta ma inizia, inizia, inizia.
Fa un passo, il primo, verso ciò che desidera realizzare.
E il primo passo parte solo dopo una decisione. Ma chi è che decide?
Tu, il passo è il tuo.
Molte persone cercano appoggio prima di agire ed in alcuni casi sperano che altri agiscano per loro.
Così se va male la colpa è tua. Se va bene festeggiamo insieme.
Si è giusto festeggiare insieme e questo “insieme” presuppone comunque che qualcuno guidi gli altri ad iniziare, cambiare, migliorare e crescere.
Ecco l’eroe.
Colui che inizia. Ascolta sì, e inizia a prescindere.
È colui che è disposto a fare ciò che altri non sono disposti a fare ed è per questo che è riconosciuto tale. Ha la capacità di intraprendere.

È libero da qualsiasi vincolo.
Cos’è la libertà e quand’è che un individuo è davvero libero?
“Per libertà s’intende la condizione per cui un individuo può decidere di pensare, esprimersi ed agire senza costrizioni, fisiche o psicologiche, ricorrendo alla volontà di ideare e mettere in atto un’azione, mediante una libera scelta che vuole realizzare”.
È per questo che è un eroe.
Da quando siamo piccoli veniamo privati della libertà di agire.
Ci viene insegnato a stare attenti, a evitare i rischi, a legarci, a non correre, a seguire altri.

Anche da questo nascono le paure ed i timori.

In altri casi ci viene detto che siamo liberi da condizionamenti ma noi siamo frutto dei condizionamenti stessi.

E allora dov’è la verità?

Anche qui mi sono fatta la mia idea.

Ogni essere umano percorre un percorso durante la sua vita attraverso il quale ha la possibilità di raggiungere traguardi. Pensare che siano assenti le difficoltà è utopia, credere che ci saranno ostacoli è una condizione più realistica.

Oggi gli ostacoli sono presenti in ogni angolo.

Per arrivare a destinazione qualcuno pensa di avere una sola strada, qualcun altro valuta la possibilità che le strade siano più di una, qualcun altro ancora crede che le strade per arrivare ci sono ma si chiede tra quelle che ha qual è la strada più breve e veloce. Anche qui gli strumenti di Coaching sono fondamentali.

La potenzialità che usa è la flessibilità di valutare, cambiare, correggere raddrizzare il tiro laddove necessario.

Tutti siamo liberi se lo desideriamo o prigionieri se, in alternativa, vogliamo questo.

Prima ancora che nei legami con gli altri dentro la nostra mente.

L’eroe è colui che sa che può essere prigioniero ma sceglie di essere libero di percorrere la sua strada.

È colui che compie atti di coraggio

Il coraggio è un’emozione straordinaria. È la capacità di passare da una situazione attuale ad una migliore e desiderata. È quello stato d’animo che ti permette di andarti a prendere ciò che desideri.

Ci vuole coraggio per raggiungere quello che per ognuno di noi è importante.

Ci vuole coraggio anche solo a pensare di poter raggiungere una condizione superiore.

Questa stessa emozione è quella necessaria per uscire dalle situazioni che riteniamo dolorose, per lasciar andare ciò che ci fa soffrire.

Ecco chi è oggi un eroe.

  • È colui che ascolta e che inizia a prescindere, intraprende.
  • È colui che è disposto a fare ciò che altri non sono disposti a fare ed è per questo che è riconosciuto tale.
  • È colui che sa che può essere prigioniero ma sceglie di essere libero di percorrere la sua strada condividendola con chi è importante nella sua vita.
  • È colui che compie atti di coraggio quotidiani.

E il supereroe chi è?

Io penso fermamente che ognuno di noi lo sia.

Tu lo sei, le persone che ami lo sono, coloro che attraversano un momento di difficoltà lo sono.

Ho scritto questo post perché so che dentro ciascuno di noi c’è un supereroe e che purtroppo non tutti decidono di dargli voce e ascoltarlo.

Un mio grande ringraziamento e la mia più profonda gratitudine va a tutti quegli uomini e quelle donne che lo scorso anno, hanno deciso, intrapreso, avuto il coraggio e si sono resi liberi di investire nella loro crescita anche attraverso il percorso di Coaching di I AM.

La loro nobiltà, il loro cuore e le abilità straordinarie che hanno avuto la forza di “mettere in campo”, sono i loro superpoteri.

Sono convinta che, come loro, tante altre persone, meritano il privilegio di avere una vita in equilibrio e felice da supereroi. Anche tu.

È proprio per questo motivo che, dopo il grande successo dello scorso anno, ho deciso di replicare I AM.

Ti aspetto ad I AM 2 – Essere è una Scelta per guidarti personalmente verso la vita che desideri!

Con amore e rispetto.

Alessia Mortilla

 

Qual è il vero significato del Coaching?

Redazione No Comments

Scopri il vero significato del Coaching e perché questo metodo è davvero efficace

Il termine è ormai di uso comune, ma ti sei mai chiesto qual è il vero significato di Coaching? Cosa si indica con questa parola? Cosa si intende davvero?
Coaching, lo abbiamo detto più volte, viene tradotto in italiano con la parola “allenatore”, ma un’altra interpretazione può essere “vettura” o “carrozza”. Se ci pensi bene tutti questi termini hanno un significato profondo, l’allenatore è colui che ti guida, ti conduce verso il superamento dei tuoi limiti verso degli obiettivi importanti, mentre i termini vettura e carrozza indicano un mezzo che partendo da dove sei ti conduce al un punto di arrivo.

Il Coaching è un metodo, una disciplina orientata all’azione, che porta a risultati concreti, ed è finalizzata allo sviluppo personale dell’individuo e al raggiungimento del suo stato di benessere.

La storia del Coaching è una storia antica: c’era una volta…

Le origini del Coaching possono essere individuate addirittura nell’antica Grecia, ai tempi del filosofo Socrate che attraverso le domande giuste mirava a far emergere la verità interiore. Socrate che mai forniva risposte, più volte ha affermato di insegnare nulla agli altri, semplicemente si limitava a far sì che gli altri imparassero da soli, scoprendo sé stessi. Tramite il dialogo l’allievo era quindi guidato nell’acquisizione di una maggiore consapevolezza della sua verità interiore. A ben pensare, è una vera rivoluzione nel pensiero dell’epoca.

Troviamo le successive tracce del Coaching negli anni ’70, in ambito sportivo, quando divenne famoso “The Inner Game of Tennis”, un libro rivoluzionario scritto da Tim Gallwey, professore ad Harvard e anche giocatore e istruttore di tennis. Per la prima volta viene affermata l’importanza della mente nel superamento degli ostacoli. Nel suo volume Gallwey invitava gli atleti ad avere fiducia nelle proprie capacità per riuscire a dare il meglio.

Il significato del Coaching ad oggi

Il significato del Coaching di oggi è sorprendentemente simile a quello che era l’atteggiamento di Socrate. Il Coach, come il filosofo di Atene si accosta alle persone senza giudizio, ponendo domande efficaci per aiutarle a trovare da sole la propria strada. Si pone come una guida che accompagna il cliente nel proprio percorso, instaurando una partnership e lasciando che sia proprio lui a ispirare la sua azione, con le sue caratteristiche e le sue peculiarità. Il Coach prende atto della situazione del cliente, contatta il problema, se ne distacca e guida il cliente aiutandolo a maturare una nuova visione. Il Coach quindi non fornisce soluzioni, non dà risposte, ascolta invece in maniera attiva il cliente, affiancandolo nella ricerca dei suoi obiettivi.
La vera forza di questo processo sta nel fatto che il professionista è focalizzato solo sul raggiungimento degli obiettivi del cliente, supportandolo e appoggiandolo durante l’intero percorso.
I risultati del Coaching sono ormai risaputi e ormai è una delle professioni più importanti anche nel mercato italiano, sia nel mondo del business sia nel supporto personale.

Il Coaching è una strategia di cambiamento che consente alle persone di riconoscere e sfruttare le proprie innate risorse e utilizzarle per raggiungere i loro obiettivi. È utile a chiunque voglia migliorarsi e migliorare la sua vita.
Il significato del Coaching moderno è quindi liberare il potenziale delle persone per migliorare le loro prestazioni.

  • È un processo di formazione che fornisce strumenti utili per identificare degli obiettivi, rafforzare le potenzialità, raggiungere traguardi. Il cochee, il cliente, si affida al Coach per sviluppare le sue risorse latenti.
  • È un meraviglioso percorso che può essere intrapreso da chiunque, a qualsiasi età e per scopi differenti. C’è chi vuole migliorare le relazioni interpersonali, chi vuole affermarsi nel lavoro, chi è alle prese con una situazione difficile da cui non riesce ad uscire da solo.

Scopri anche tu il vero significato del Coaching

Chiunque tu sia e qualunque siano i tuoi obiettivi, puoi intraprendere un percorso di Coaching per rispondere ad una tua esigenza, per trovare la tua strada, per migliorare la tua autostima, o anche solo per conoscere più a fondo questo metodo e chissà, farne anche la tua professione.

Se vuoi avvicinarti al Coaching, l’Istituto The Mind of the Child offre una vasta proposta formativa:

Ri-comincio da me con Principi di Coaching un corso che, parte da te stesso e può aiutarti a ritrovare l’armonia, l’equilibrio e a fare chiarezza sui tuoi reali obiettivi.
My Life: obiettivi è un corso rivolto a tutti coloro che vogliono potenziare le loro capacità e individuare i loro obiettivi.
Professionista & Team Coaching è un corso di specializzazione per fare del Coaching la tua professione e aiutare tante altre persone ad innalzare il loro livello di performance e di benessere.

Tutti i corsi della The Mind of the Child School sono riconosciuti ai sensi della legge 4/2013. I programmi dei corsi e gli esami finali sono inoltre riconosciuti inoltre dall’Associazione Nazionale Professionale di Coaching (ANPCP) e PNL, ai fini dell’iter di specializzazione come Coach Professionista.

Vuoi avere più successo? 3 strade da cui partire per raggiungere i traguardi

Redazione No Comments

Inizia a costruire da oggi le basi per avere il successo che meriti

Sei insoddisfatto della tua vita e pensi di meritare di più?
Anche noi siamo convinti che si possa ottenere più di ciò che si ha e avere più successo. Crediamo anche che questo dipenda sempre da quanto realmente lo si desideri. Eh sì, perché il primo grande passo che ti conduce verso i tuoi obiettivi parte dal presente e inizia prendendo consapevolezza del fatto che chi sei oggi e dove sei arrivato è una tua esclusiva responsabilità.
Lascia stare la famiglia, la società, le varie situazioni con cui ti sei dovuto confrontare: questi sono solo fattori che hanno avuto certo un peso nella tua esistenza ma a plasmare il tutto sono stati i tuoi comportamenti e le tue decisioni. Ogni volta che prendi una decisione, infatti, che sia anche quella di restare immobile evitando di agire, metti in atto una serie di conseguenze che inevitabilmente ti porteranno in qualche direzione. Sarebbe fantastico compiere ogni passo sapendo esattamente che ti avvicina sempre di più a ciò che desideri no?

Cos’è davvero il successo?

Successo” è ciò che è accaduto e possiamo intenderlo come la capacità di far accadere le cose. Attenzione a non confondere questo termine con un significato univoco: per alcuni il successo si identifica con una posizione lavorativa, con i beni materiali, per altri significa invece realizzazione personale o il superamento dei propri limiti. Qualunque sia la tua idea di successo, puoi perseguirla agendo con cognizione di causa, seguendo con consapevolezza il percorso che porta dritto ai tuoi obiettivi.

Vuoi avere successo? Ecco le 3 strade da seguire

1. Abbi fiducia in te stesso
Senza una buona autostima difficilmente puoi arrivare lontano: il primo passo per il successo inizia da chi sei veramente. Se pensi di conoscerti bene, potresti restare sorpreso. La maggior parte delle persone è poco consapevole della totalità delle proprie potenzialità, riconoscere e far emergere le tue risorse interiori può darti una spinta in più verso il raggiungimento dei tuoi traguardi. Se, in passato, hai avuto poca autostima pensa ora come penserebbe quella persona che il traguardo che vuoi lo ha già raggiunto.

2. Disegna il tuo destino
Tu e solo tu puoi essere l’artefice del tuo destino. Ci sono fattori esterni impossibili da controllare ma il tuo potere di azione è più forte di quello che immagini. In ogni situazione sei tu a decidere la strada da intraprendere, hai sempre facoltà di scelta. Se vuoi avere successo devi essere consapevole che grazie ad un preciso impegno e ad un tuo lavoro mirato raccoglierai i frutti se avrai la capacità di persistere e vivere con entusiasmo. Solo tu puoi immaginare davvero cosa ti renderà felice una volta raggiunto e se lo immagini e lo disegni mentalmente dentro di te lo puoi realizzare.
Ciò di cui parliamo non è un semplice obiettivo ma la capacità di creare una vita dove ogni area funziona esattamente come vuoi e come l’hai vista in anticipo.

3. Agisci
Se vuoi che qualcosa cambi, inizia a comportarti in modo diverso, solo in questo modo puoi ottenere risultati differenti. Parti dalla quotidianità, instaura abitudini positive. Anche i piccoli sforzi nel lungo periodo si trasformano in grandi risultati. Ti facciamo un esempio: leggere 30 minuti al giorno significa accumulare in un anno 180 ore di informazioni. Ti sembra poco?
Stila una lista di buoni propositi, ma soprattutto, mettili in atto e fallo con lo spirito giusto. Avere successo significa agire nel presente per affrontare il futuro con coraggio, facendo tesoro degli errori del passato. E significa anche voler bene a se stessi, amarsi, impegnarsi ogni giorno a migliorare lavorando sulla propria crescita personale.

Il Coaching può aiutarti a costruire il futuro che sogni

Le piccole abitudini che possono condurre una persona verso il successo variano in base agli obiettivi personali e alla concezione di felicità. Una cosa è certa, bisogna eliminare dalla propria vita tutti gli atteggiamenti negativi e le perdite di tempo che distraggono e allontanano dall’obiettivo finale.
Se sei determinato a costruire il tuo successo, il Coaching può fornirti gli strumenti giusti per farlo e indirizzarti sulla strada giusta. Puoi costruire un percorso di abitudini virtuose solo se hai ben chiari quelli che sono i tuoi obiettivi finali e le risorse che puoi sfruttare per raggiungerli. Grazie al Coaching puoi prendere consapevolezza di chi sei davvero, del tuo valore, della forza che oggi nemmeno immagini di avere.

L‘Istituto The Mind of the Child, diretto alla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, ha studiato dei percorsi che possono fare al caso tuo:

  • Ri-comincio da me con principi di Coaching è un corso che parte da chi sei e da cosa desideri, ti aiuta a prendere consapevolezza delle tue innate risorse per sfruttarle a tua favore. Partecipando imparerai anche a riconoscere i conflitti interiori, che fino ad oggi hanno posto degli ostacoli sul tuo cammino.
  • The Mind – Alla scoperta del Bambino che è in te è un affascinate percorso alla scoperta di te stesso, finalizzato al raggiungimento del tuo equilibrio interiore.
  • Sviluppo delle potenzialità, è il corso giusto per far emergere e lavorare sulle tue potenzialità.

Tutti i corsi del The Mind of The Child Coaching School sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013. Inoltre, i corsi di specializzazione in PNL sono riconosciuti e certificati dalla “Society of NLP”.

mamma in carriera

Essere mamma in carriera oggi: perché è sempre più possibile

Redazione No Comments

Vivere una vita da mamma in carriera: ecco come puoi riuscirci

Si può essere una mamma in carriera al giorno d’oggi? Di certo le possibilità sono molte più che in passato e se vuoi coglierle o meno dipende soprattutto da te. L’arrivo di un bambino è un sogno che si realizza, è un momento speciale e anche complesso. Gli adulti che per la prima volta si trovano a dover gestire un neonato devono affrontare una vera rivoluzione nella loro vita e nel caso delle donne, questa rivoluzione abbraccia anche la sfera lavorativa. Se un tempo per la maggior parte di loro la scelta obbligata era abbandonare il lavoro, oggi le cose sono cambiate grazie a politiche di sostegno alla maternità  che hanno ampliato le tutele delle lavoratrici e soprattutto grazie a un cambiamento della mentalità. Le difficoltà esistono ancora: molti luoghi di lavoro la gestione della maternità è controversa e poco tutelata.

Vuoi realizzarti nel lavoro come nella famiglia?

Sei da poco diventata mamma, il bambino richiede attenzione 24 ore al giorno e ti stai domandando come trovare il tempo di fare altro. Conciliare famiglia e lavoro è possibile: ad insegnarci che essere mamma in carriera è possibile ce lo dimostrano le tante donne che sono riuscite in questo intento. Sabina Belli, manager e CEO di Pomellato, è una di queste e chi di voi ha partecipato al grande evento conclusivo di I AM a Milano, ha avuto modo di conoscerla dal vivo e sapere da lei stessa qual è il segreto del suo successo. Come lei ci sono tante altre donne che pur essendo madri sono riuscite a raggiungere risultati importanti nel mondo del lavoro. Come hanno fatto? Te lo spieghiamo noi.

5 consigli per essere una mamma in carriera

mamma in carriera

1. Allontana i sensi di colpa
La difficoltà maggiore di una mamma in carriera sono i sensi di colpa. Il nostro retaggio culturale ci ha tramandato l’idea che la donna debba occuparsi principalmente della cura dei figli e della casa. Questo poteva essere vero un tempo, quando era solo l’uomo a lavorare: oggi nella maggior parte delle famiglie servono due stipendi e le donne hanno un livello di preparazione di pari livello a quello degli uomini. Quindi se lavori non fai un torto ai tuoi figli, contribuisci a mantenere il vostro nucleo familiare donando sicurezza e stabilità.

2. Impara a delegare
Dividersi i compiti è il segreto delle coppie in cui entrambi i partner sono realizzati. Tu sei madre quanto lui è padre, è giusto quindi che la responsabilità della gestione dei figli ricada su entrambi in modo equo. Molte donne hanno difficoltà a delegare anche per rispondere alla necessità di dover controllare tutto. Il bambino non è vestito come lo vestiresti tu? Pazienza. Impara a lasciar andare e fidati della persona che hai accanto. Se entrambi siete impegnati chiedete auto ai nonni o ad una baby sitter.

3. Impara a gestire meglio il tempo
Prima di diventare mamma facevi tardi in ufficio e magari ti portavi anche il lavoro a casa. Imparando a concentrarti e a gestire meglio il tuo lavoro puoi ottenere gli stessi risultati in meno tempo.

4. Lavora in modo più intelligente
Sfrutta tutte le opportunità che ci sono oggi per rendere più gestibile la tua professione, puoi ad esempio sfruttare lo smartworking per lavorare da casa stando vicina al tuo bambino, oppure lavorare meno un giorno a settimana scegliendone un altro per recuperare le ore, sfruttare se c’è un nido aziendale.

5. Ricorda che anche tu sei importante
Puoi essere mamma e anche donna in carriera se è questo che desideri: c’è chi si realizza solo nella famiglia e chi si realizza solo nel lavoro. Se per essere felice hai bisogno di crescere sia come madre che come lavoratrice va bene così. Fai ciò che ti rende felice, ne hai tutto il diritto.

Impara a conoscere la nuova te stessa grazie al Coaching

mamma in carriera

Possiamo riassumere il segreto del successo delle mamme lavoratrici in una sola parola: equilibrio. Devi imparare a gestire la tua vita personale e quella professionale dando il massimo e prendendo il meglio da entrambe le sfere. Il Coaching può esserti di aiuto in questa fase di transizione. Questo metodo finalizzato a portare alla luce le tue innate risorse e le tue potenzialità, lavora al tempo stesso su quelle che sono le tue convinzioni limitanti, aiutandoti a superarle per consentirti di raggiungere il tuo equilibrio e il benessere nella tua vita.

L’Istituto The Mind of the Child offre una vasta proposta formativa:

Ri-Comincio da me è il corso giusto se vuoi riconoscere e tirare fuori le tue potenzialità, per migliorare la tua vita personale e professionale, accrescendo il tuo livello di benessere e lavorando per creare equilibrio nelle diverse aree della tua vita.
Practioner in PNL è il primo livello di specializzazione in PNL, una disciplina che riorganizza la connessione tra linguaggio e schemi comportamentali al fine di raggiungere specifici obiettivi personali. Nel programma del corso viene dato spazio al Time-line, cioè alla percezione del tempo e delle risorse.

The Mind, alla scoperta del bambino che è in te è un corso innovativo che parte da te stessa per aiutarti a ritrovare il tuo equilibrio.

Tutti i corsi della The Mind of The Child Coaching School sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013.
Informati subito se vuoi dare una svolta in positivo alla tua vita!

Come essere leader di stessi con le tecniche di PNL

Redazione No Comments

Cosa significa essere leader di se stessi?

Ci sono persone che mettono tanti buoni propositi e poi li abbandonano nel giro di poco tempo.
Ci sono persone che si impegnano a perseguire degli obiettivi, lo fanno con fatica, senza passione e senza trovare appagamento, perché i traguardi che inseguono non sono i loro, ma suggeriti dal senso comune, dalla famiglia, dalle regole della società.
Ci sono, infine, persone che hanno le idee ben chiare, che perseguono degli obiettivi in linea con i propri valori e le proprie aspirazioni, che sono motivate e determinate e sfruttano al massimo il loro potenziale per arrivare esattamente dove si sono prefisse. Essere leader di se stessi significa proprio questo: essere pienamente consapevole di chi sei, di cosa desideri e di come fare per ottenerlo. Tu a quale categoria di persone appartieni e a quale vorresti appartenere?

Tutto dipende da te e da ciò che vuoi per te stesso

Se ti senti inappagato, se fatichi a raggiungere dei traguardi, se ti sembra che le tue giornate si susseguano l’una dietro l’altra senza portare a nulla di concreto, forse è il caso di cambiare qualcosa. Chi sei oggi, quello che hai e dove ti trovi sono la somma di una serie di decisioni di cui tu hai la responsabilità. Quello che hai o non hai ottenuto è legato a ciò che hai ritenuto opportuno o meno fare nel passato. Puoi mettere davanti a te stesso mille scuse diverse, problemi vari, condizioni familiari e via dicendo: la verità è che dove sei oggi è una tua responsabilità.
Se c’è qualcosa che vorresti cambiare, puoi farlo. Come? Per prima cosa smetti di fare quello che hai fatto fino ad ora, parti dalle piccole cose, introduci dei cambiamenti. Che tipo di persona vorresti essere? Quali sono i tuoi reali desideri?
Rifletti attentamente su queste domande, perché in gioco ci sono la tua felicità, la tua serenità e la tua realizzazione. Scegli di vivere al massimo!

Cosa fare per essere leader di se stessi?

Il leader è una guida, un punto di riferimento. Siamo abituati a definire con questo termine un individuo che ha un vasto seguito…la domanda è: perché dovremmo cercare al di fuori una guida se possiamo essere noi stessi il nostro sole? Essere leader di se stessi significa prima di tutto trovare al proprio interno tutto ciò di cui si ha bisogno. Per raggiungere questo stato di benessere e di equilibrio interiore è necessario compiere diversi step:

  • imparare ad amarsi per come si è fatti e per quello che si è davvero
  • stimarsi per le decisioni che si prendono
  • credere profondamente in se stessi
  • essere pienamente consapevoli delle proprie capacità e delle proprie potenzialità per usarle come strumenti utili finalizzati al raggiungimento di obiettivi concreti.

Diventare leader di se stessi grazie alla PNL

La PNL (Programmazione Neuro Linguistica) è un metodo di auto-sviluppo nato negli anni ’70 con l’obiettivo di migliorare la vita delle persone. Il presupposto su cui si basa è molto semplice: cambiando pensieri e azioni si ottengono risultati nuovi. Questo perché il comportamento è una struttura che può essere appresa e modellata. Ognuno di noi vive e si agisce in base alle proprie convinzioni e a delle mappe interne utilizzate per interpretare la realtà. Il modo in cui percepiamo il mondo esterno è totalmente soggettivo, filtrato da credenze, esperienze passate e anche dalla nostra particolare predisposizione a prediligere uno dei cinque sensi come filtro principale: per ottenere risultati diversi è necessario iniziare a pensare in modo diverso.
Frequentare un corso di PNL può aiutarti a comprendere quali sono le tua mappe mentali, capire perché hai adottato fino ad oggi determinati comportamenti, capire ciò che per te conta davvero e indirizzarti verso i tuoi reali obiettivi.

Sfruttando gli strumenti della PNL puoi ridefinire i tuoi pensieri e modificare le tue azioni al fine di migliorare le relazioni personali e interpersonali, sfruttare al meglio le tue potenzialità, trovare un equilibrio interiore che ti consenta di raggiungere uno stato di benessere.

Avvicinati alla PNL con la The Mind of the Child School

Vuoi riprendere in mano la tua vita, raggiungere risultati concreti e mettere te stesso al centro della tua esistenza? Vuoi imparare a tirare fuori le tue innate risorse? Se vuoi intraprendere questo percorso di crescita personale puoi frequentare un corso di PNL che ti consenta di apprendere gli strumenti di questa affascinante metodologia. L’offerta formativa dell’Istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, è vasta e completa:

  • se ti avvicini ora alla Programmazione Neuro Linguistica Practioner in PNL è il corso che fa al caso tuo. Si tratta di un primo livello di specializzazione, un percorso base per conoscere e mettere in atto le metodologie della PNL.
  • PNL Master Practioner è il secondo livello di specializzazione che ti consente di acquisire maestria con gli strumenti della PNL.

Al termine di entrambi i corsi vengono rilasciate delle certificazioni con valenza internazionale, cofirmate da Richard Bandler, uno dei fondatori dalla PNL.

Tutti i corsi organizzati da questo Istituto sono riconosciuti a livello ufficiale dalla legge italiana 4/2013 e insieme alla Society of NLP viene esercitato un controllo qualità sui programmi e sui materiali didattici attestandone i livelli di specializzazione.

Qual è la differenza tra Coaching e counseling?

Redazione No Comments

La differenza tra Coaching e Counseling esiste: ecco qual è

Quali sono le differenze tra Coaching e Counseling? Sull’argomento c’è molta confusione, queste discipline infatti vengono considerate da molti validi strumenti di auto-aiuto, ma pochi riuscirebbero a dare una definizione univoca di entrambe. Il problema nasce anche a causa del comportamento di alcuni operatori del settore, che per allargare il bacino di utenza dei potenziali clienti, allargano la loro offerta formativa sconfinando spesso il loro reale ambito di competenza. Coaching e counseling presentano in realtà delle notevoli differenze, diversa è la formazione del professionista, diverso è l’approccio. Scopriamole insieme.

Quali sono le principali differenze tra Coaching e Counseling

 

  • La definizione

Il Coaching in Italia è una disciplina abbastanza recente nata negli Usa, negli anni ’80, in ambito sportivo per migliorare le performance degli atleti. L’allenatore stimolava l’atleta a migliorare la sua muscolatura, il Coach interveniva per sviluppare il suo potenziale umano a sostegno delle performance: “Coach” si traduce, non a caso con la parola “allenatore” o “carro-carrozza”. Questo metodo di sviluppo e formazione è oggi impiegato anche in ambiti diversi da quello sportivo poiché si fonda su una relazione di partnership tra Coach e cliente, focalizzandosi sulla scoperta e sulla valorizzazione delle potenzialità del singolo per raggiungere obiettivi e migliorare la qualità della vita del cliente.

Il termine counseling deriva dal latino cum solere, sollevare insieme. Già questo fa intuire molto su questo approccio in cui viene meno la figura del paziente che affida al counselor il suo malessere per superare un momento di difficoltà e individuare possibili risposte ai suoi problemi ma anche il counseling mira ad elevare la persona ad uno stato di benessere maggiore.

 

  • La formazione del professionista

Chi vuole operare come Coach Professionista deve formarsi presso una scuola di Coaching riconosciuta e accreditata. È necessario frequentare corsi di formazione specifici, scegliendo quelli che possono rilasciare attestazioni valide a livello nazionale e internazionale. La figura del Coach viene riconosciuta dalla legge n.4 del 2013, che disciplina le professioni non ordinate in ordini e collegi.

Per diventare counselor si deve frequentare un corso di tre anni, che può essere organizzato anche da istituti privati. Il counseling è una disciplina legata alla psiche e alla dimensione sociale: spesso infatti, chi intraprende questa professione ha studiato psicologia, psicoterapia o scienze sociali. È facile che la formazione del counselor si sovrapponga con quella dello psicologo o dello psicoterapeuta, anche per via delle tematiche molto delicate che questo professionista affronta.

 

  • Metodo ed efficacia

Il Coaching è un metodo di formazione orientato all’azione, è quindi molto pratico ed efficace: affronta il cambiamento e lo sviluppo in modo concreto, fattibile, verificabile e misurabile. È finalizzato a migliorare le performance della persona per consentirle di raggiungere degli obiettivi. Il Coach lavora in partnership con il cliente, non gli dice quindi cosa fare, ma permette al cliente di arrivare da solo a definire i suoi traguardi. Nel Coaching si lavora ponendo le domande giuste, stimolando la persona a focalizzarsi nel momento in cui si trova esplorando desideri ed emozioni, per arrivare alla definizione di obiettivi chiari. Individuato l’obiettivo si valutano le potenzialità dell’individuo che possono essere usate per perseguirlo e si elabora di conseguenza un piano di azione. Il Coaching è un metodo valido in tutti gli ambiti: personale, professionale, relazionale.

Il counseling è un rapporto di aiuto all’auto-aiuto. Attraverso interventi verbali e stimoli creativi mira a perseguire una qualità della vita migliore, relazionale, sociale e psicologica. Valorizza e sostiene le persone che ritiene responsabili della loro auto realizzazione. Il counselor aiuta il paziente a focalizzarsi nel momento presente, a ricercare e mettere in atto azioni responsabili, a valorizzare le sue risorse interne che sembrano smarrite.

Differenza tra Coaching e Counseling: conclusioni

Il Coaching e il Counseling condividono quindi un orientamento di base, la cui finalità è l’auto-realizzazione dell’individuo. La differenza tra Coaching e counseling è che nel primo l’intervento si focalizza sulle performance da raggiungere in considerazione dell’obiettivo finale, mentre nel secondo si concede alla persona l’opportunità di esplorare e fare chiarezza su quelli che possono essere modi di vivere migliori, in pratica non si individuano obiettivi, ma si creano le condizioni per far sì che la persona possa entrare in contatto con il suo io interiore e decidere in autonomia quale stile di vita perseguire.
Inoltre, il Coach, a differenza del Counselor, non si occupa di risolvere “disagi esistenziali di origine psichica”, come invece viene specificato nella definizione del counselor dalla Società Italiana Counseling.

Sei un counselor e vorresti ampliare le tue competenze? Puoi frequentare uno dei corsi organizzati dall’Istituto di formazione The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla.
Ecco due esempi di corsi proposti dall’Istituto per iniziare:

  • Ri-comincio da me – un corso che ti consente di conoscere gli strumenti e le metodologie base del Coaching
  • Coach professionista al lavoro – un corso per acquisire gli strumenti del Coaching e capire come applicarli in ambiti differenti.
    Tutti i corsi del The Mind of The Child Coaching School sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013.
    Informati subito per ampliare le tue competenze e la tua formazione!

L’evento di Coaching dell’anno è alle porte: ecco quello che devi sapere

Redazione No Comments

Sei pronto al più grande evento di Coaching mai organizzato in Italia?

Il grande evento conclusivo di I AM è ormai alle porte: il l 29 e 30 novembre e il 1 dicembre 2019 Alessia Mortilla ti aspetta all’Unahotels Expo Fiera Milano per una tre giorni davvero unica.
Si tratta di qualcosa mai organizzato prima nel nostro Paese, saranno giornate intense, ricche di stimoli e piene di emozioni, sarà l’occasione giusta per dare una svolta positiva alla tua vita e cogliere le tante opportunità che questa ti offre.

Tutto questo in soli tre giorni? Sì, e molto di più!

Alessia Mortilla, che oggi dirige l’Istituto The Mind of the Child, è nota nel mondo del Coaching per essere la Coach che forma i Coach e da oltre venticinque anni ad oggi ha incontrato e aiutato migliaia di persone restituendo loro il sorriso e la fiducia in se stesse. Solo la sua presenza basterebbe ad assicurare l’esclusività dell’evento, ma abbiamo voluto esagerare invitando ospiti d’eccezione che saliranno sul palco per condividere con i presenti la loro esperienza di vita.

  • Sarà quindi dei nostri Sabina Belli, manager e CEO di Pomellato, ma soprattutto donna, moglie e madre che ha saputo conciliare con successo famiglia e lavoro.
  • Ci sarà la leggenda del calcio italiano Demetrio Albertini, noto anche per essere un uomo di grande spessore e dal forte carattere.
  • Ci sarà poi Andrea Fontana che ha fatto della narrazione un’arte, divenendo il pioniere dello storytelling in Italia.
  • E tra gli altri ricordiamo anche la presenza di Erica Poli, medico, psicoterapeuta e counselor famosa per essere una promotrice della medicina integrata in base alla quale le emozioni e gli stati d’animo influenzano nel bene e nel male la biologia del corpo.

Saremo in tanti, anche se, come puoi immaginare, i posti sono andati a ruba e sono quasi ultimati.

Vuoi partecipare gratuitamente all’evento? Iscriviti ad I AM

La partecipazione all’evento è gratuita per tutti coloro che hanno aderito ad I AM, il grande progetto di Alessia Mortilla che ha coinvolto, per questa prima edizione, solo mille fortunati.
I AM è un corso di Coaching online unico nel suo genere: per un anno intero i partecipanti vengono seguiti da un Coach personale che li guida in un percorso di crescita personale e di formazione verso il raggiungimento dei loro obiettivi.
Ti piacerebbe cogliere questa grande opportunità ed essere uno di questi mille? Scopri se possiedi i prerequisiti che abbiamo indicato per accedere ad I AM e raccontaci qualcosa di te: vogliamo conoscerti meglio e se la tua motivazione è davvero forte, ti aspettiamo a braccia aperte per intraprendere insieme questo importante cammino.
Sei determinato a rimettere te stesso al centro della tua vita? Vuoi trovare la tua strada? Hai bisogni di definire i tuoi obiettivi? Vuoi crescere professionalmente o migliorare le tue relazioni interpersonali?
Raccontaci i tuoi sogni e le tue aspettative, se sei disposto ad investire su te stesso noi investiremo su di te!

Perché partecipare all’evento di Milano

Sono tantissime le persone che ci hanno dato la loro fiducia in tanti anni di attività e oggi la rinnovano confermando la loro partecipazione all’evento conclusivo di I AM. Puoi partecipare anche tu, prenotando il tuo posto in sala!
Se non bastasse quanto ti abbiamo raccontato fino ad ora, ecco altre buone ragioni per essere presente a questa tre giorni. Grazie alla guida di Alessia Mortilla:

  • riuscirai ad essere la persona che desideri partendo da chi sei oggi e delineando il giusto percorso da seguire
  • imparerai come stabilire relazioni efficaci e produttive
  • capirai come prendere le decisioni migliori per te, quelle che ti condurranno dritte verso i tuoi obiettivi.
    L’energia sarà molta, insieme a te ci saranno tante altre persone determinate a dare una svolta positiva alla loro vita. Rideremo insieme, ci emozioneremo, quello che è certo è che costruiremo qualcosa di grande.
    Riesci ad immaginarti in questo grande gruppo? Speriamo di sì!