Dai periodi di forte cambiamento cogli il giusto significato

alessia mortilla

Dai periodi di forte cambiamento cogli il giusto significato

Redazione No Comments

Cari amici,

anche in questo periodo di forte cambiamento, ciò che ha guidato l’Istituto di Formazione Coaching e PNL “The Mind of the Child“, è stato il valore del contributo.

Quando fuori apparentemente tutto si ferma, il sapere crea una nuova evoluzione dentro l’essere umano ed è per questo che ci impegniamo quotidianamente nel trovare il giusto significato a ciò che accade.

Questo anno ha rappresentato per ogni individuo una prova importante sia dal punto di vista umano, sia economico che lavorativo.

Molte persone hanno vissuto in un clima di paura mentre altre hanno permesso alla speranza di mostrare loro una strada.

Tutti abbiamo vissuto un’esperienza inaspettata.

Le prove, d’altronde, arrivano proprio così, inaspettatamente.

Ciò che la vita e gli strumenti acquisiti ci hanno insegnato è stata la capacità di cogliere da ciascuna occasione il significato più utile in quel momento.

Se ci pensi bene non sono le prove a determinare chi siamo ma il significato che inconsciamente gli attribuiamo.

Ciascuno di noi è qui, su questa terra, per vivere la sua vita e da questa trarre felicità.

Quella felicità che senti di meritarti e che magari ancora non è arrivata come la desideravi.

Tu sei qui per trovare le risposte a quelle domande che ogni giorno poni a te stesso e agli altri.Quel bimbo o quella bimba che è in noi e che da sempre cerca la sua strada.

Un intero mese per investire su di te!

Proprio in questo mese di agosto abbiamo deciso di rinnovare il nostro contributo verso chi vuole investire sulla sua crescita, trovare risposte e acquisire strumenti.

Lo abbiamo fatto attraverso due opportunità grandiose!

La prima è una Rubrica tenuta e diretta da Alessia Mortilla, Coach con oltre 25 anni di esperienza, dedicata alle persone che desiderano essere guidate a trovare le risposte di cui hanno bisogno in questo momento. Il progetto sarà presente sul canale Facebook e Instagram dal 3 Agosto alle ore 19.00 ogni lunedì, mercoledì, venerdì e domenica.

Il Potere delle domande questo è il nome della Rubrica.

La seconda opportunità è, invece, una esperienza soprattutto formativa e di crescita.

Cinque settimane in “aula”, in diretta online, sempre guidati dal Trainer Alessia Mortilla per acquisire gli strumenti di Coaching e di Comunicazione efficace per gestire e trarre il meglio dal periodo che stiamo vivendo.

Il Coaching può aiutare ad affrontare le prove meglio?

alessia mortilla

Il tempo che investiamo nel fermarci e implementare le nostre conoscenze è il tempo migliore che possiamo investire.

Quegli strumenti che acquisiamo e che custodiamo dentro di noi sono le fondamenta per costruire solidi edifici, capaci di reggere alle peggiori intemperie.

Un libro è fonte di ispirazione, cambiamento e nuove consapevolezze.

Ed è per questo che abbiamo pensato a te.

Acquistando semplicemente il libro di Alessia Mortilla “The Mind – Alla scoperta del bambino che è in te” entro il 31 agosto a questo link, parteciperai gratuitamente ad un mese di formazione e di coaching in una piattaforma online di webinar.

Le lezioni saranno 1 a settimana e tratteranno i seguenti argomenti:

1. Il cervello: come funziona e come utilizzarlo al meglio

Possiamo possedere la macchina migliore del mondo ma se ignoriamo le sue potenzialità e come guida, sarà inutile averla. Abbiamo un dono incredibile, uno strumento dalle eccezionali performance e dalle infinite potenzialità ma spesso ne conosciamo a malapena il nome.

Questo è il primo straordinario argomento. Insegnarti come funziona la neurologia e che sfruttarla per superare le prove e raggiungere i risultati.

2. Le convinzioni

Ogni essere umano ha infinite convinzioni. Le ha su di sé, sulle sue capacità e su quello che crede di poter o non poter fare. Per questo motivo vanno individuate, alcune volte modificate o eliminate, per avere la consapevolezza necessaria che ti consente di superare ostacoli e raggiungere nuovi traguardi.

3. I Bisogni che guidano i comportamenti efficaci

La soddisfazione dei bisogni è una necessità primaria di ogni essere umano. Essi guidano tutti i nostri comportamenti e se si vogliono cambiare definitivamente quelle azioni inefficaci vanno individuati gli elementi che ne consentono l’automatica attivazione. Questo è il terzo momento di crescita nel percorso formativo.

4.  Le Paure: come individuarle ed eliminarle

C’è qualcosa che blocca le persone nell’essere chi desiderano essere e nel fare ciò che vorrebbero fare. Si chiamano paure, vanno individuate e rimosse se si vogliono raggiungere nuovi e importanti obiettivi.

5. Valori che guidano le tue decisioni in Futuro e i Risultati da pianificare

Prima di fare una qualunque azione prendiamo una decisione. Alcune volte le prendiamo per rendere felici altri a scapito della nostra felicità, altre volte le prendiamo sbagliate ma ce ne accorgiamo troppo tardi.

Per prendere le migliori decisioni per te, per la tua vita e per il tuo business è fondamentare avere una scala di valori che illumini la strada anche quando c’è penombra o buio pesto.

Ecco l’incredibile strumento che imparerai nella quinta sessione di formazione.

Il programma che inizierà il 2 settembre è ricchissimo di contenuti, dispense, video e molto altro.

Il Corso diretto da Alessia Mortilla sarà aperto ad un numero massimo di 100 partecipanti per consentire a lei di interagire e guidare ciascuno di loro.

Una volta raggiunto il numero il Corso sarà chiuso.

Entro il 31 agosto prenota il tuo posto al link , parteciperai ad un’esperienza che ti porterà a una nuova consapevolezza.

Per avere ulteriori informazioni puoi contattarci al numero verde 800 034 259 o al cellullare 3409998062 o scriverci all’indirizzo mail: info@themindofthechild.com.

 

Il Potere delle Domande

Redazione No Comments

La nuova rubrica di Coaching creata da Alessia Mortilla

Quante volte nella tua vita ti è capitato di farti domande?

Alcune volte le hai fatte ad alta voce e altre volte le hai sussurrate dentro di te.

Quante volte hai visto il film di quelle domande e delle possibili risposte o, ascoltando la tua voce che le poneva, hai percepito emozioni contrastanti.

Quante volte hai sperato che arrivasse una risposta, magari quella giusta, quella che avrebbe fatto cambiare tutto.

Quante altre volte ascoltando la risposta che il tuo cuore ti suggeriva hai raggiunto un risultato importante.

Ciò che devi sapere è che quotidianamente ci facciamo domande e il loro impatto dentro di noi è fortissimo.

Le Domande possono guidarti velocemente a raggiungere ciò che sogni o limitarti per sempre.

Il presupposto del farsi domande è trovare le risposte ma per trovare quelle utili, dobbiamo saperci fare le giuste domande e essere disposti ad ascoltarle.

Questa è la forza dell’essere un Coach con la “C” maiuscola, anche di sé stessi.

E’ proprio da questa idea che Alessia Mortilla ha creato la nuova rubrica

“Il Potere delle domande” attraverso la quale ti guiderà direttamente per l’intero mese di agosto.

Inoltre, tutti coloro che seguiranno il percorso formativo durante tutto il mese, riceveranno uno straordinario Regalo!

1 Mese di Coaching gratuito per avere un nuovo e più grande livello di Consapevolezza

Da Lunedì 3 Agosto sulla pagina Facebook e Instagram di The Mind of the Child alle ore 19,00 partecipa per ottenere nuovi e importanti Risultati.

Come avere fiducia in sé stessi nei momenti più difficili e nelle proprie potenzialità

Redazione No Comments

Ecco come avere fiducia in se stessi prendendo coscienza delle risorse personali

Probabilmente sei alla ricerca di risposte, ti senti disorientato, hai dubbi su te stesso e sul futuro. In un momento come questo è comprensibile. La diffusione del Covid-19 ha messo a dura prova la nostra stabilità emotiva e ha spazzato via un bel po’ di certezze che pensavamo di aver acquisito. Mai come oggi si avverte il bisogno di ritrovare fiducia in se stessi, ma di cosa stiamo parlando?

Definire con precisione cosa significa avere “fiducia in sé stessi” è difficile così come parlare di autostima che, in molte persone, è una qualità nascosta e in costante scoperta. La sua assenza si avverte e ha delle ripercussioni negative a livello personale, professionale, di relazione con gli altri. Chi è privo di fiducia in sé stesso tende a sottovalutarsi, dubita delle sue qualità e ritiene che nemmeno gli altri possano riconoscergliene qualcuna. Tutto questo si traduce anche in un immobilismo, in una mancanza di iniziativa. Decidere di farsi avanti è difficile e in questo modo si perdono tante occasioni importanti.

La fiducia è alla base di tutto, è il motore di ogni azione. Ci sono situazioni in cui ci sentiamo fuori luogo e dubitiamo delle nostre capacità, altre nelle quali, invece, abbiamo avuto fiducia in noi stessi e nelle nostre potenzialità. Il segreto, quindi, è capire come avere fiducia in sé stessi sempre, in ogni momento. L’autostima permette di pensare in modo autonomo, di agire più liberamente, fa sì che i rapporti con gli altri siano davvero autentici, è la molla che porta alla realizzazione personale. Se ti stai domandando come credere in se stessi, come avere autostima, ciò che di meraviglioso devi sapere è che fiducia ed autostima sono emozioni ed in quanto tali puoi provarle in ogni momento. Se è successo in passato, in alcune occasioni, vuol dire che sei in grado di riprodurle nel tempo, capendo come fare.

Parti dal centro di tutto: te stesso

Se anche tu pensi di avere poca fiducia in te stesso, devi acquisire coscienza di chi sei e lavorare sul tuo miglioramento personale. La stima si costruisce. Anche tu hai una personalità unica, hai delle passioni, hai delle idee e dei gusti, prendi atto di chi sei davvero ed evita di farti influenzare dagli altri. Di sicuro c’è qualcosa in cui sei bravo, qualcosa che sai fare bene: inizia a valorizzare le tue qualità. C’è qualcuno che ti critica e da cui ti senti giudicato? Valuta bene la fonte da cui provengono le parole, è qualcuno che stimi? Le sue sono critiche positive o negative? Prova ad invertire la situazione, domandati cosa pensi della persona che ti giudica e impara ad allontanare le critiche negative.

Allena la fiducia in te stesso

Forse ti stai domandando come acquisire autostima, come acquistare sicurezza in se stessi e come trovare finalmente questa sensazione che fa stare bene e dona forza. Puoi affrontare ogni situazione, ogni difficoltà, attingendo alle tue innate capacità. Per acquisire fiducia in te stesso, e credere nella persona meravigliosa che sei, devi:

  • imparare ad accettarti, prendendo consapevolezza che sei una persona unica e speciale;
  • concentrarti sulle tue potenzialità, invece di pensare a ciò che credi ti manchi;
  • fissare degli obiettivi, parti dalle piccole sfide quotidiane che ritieni siano per te raggiungibili e pian piano imponiti delle sfide sempre più grandi. Passo dopo passo prenderai coscienza delle tue risorse, potrai recuperare fiducia in te e sarai capace di raggiungere traguardi importanti.

L’autostima si costruisce

Ogni volta che riconosci di avere le risorse adatte per raggiungere i tuoi obiettivi e hai un buon parere di te stesso, puoi dire di avere fiducia in te stesso. Tutto questo non ha nulla a che fare con l’aspetto fisico, la posizione sociale o il conto in banca, ma è senza dubbio qualcosa che ti consente di vivere meglio.
La buona notizia è che l’autostima puoi costruirla, la sicurezza in se stessi è uno stato mentale che puoi allenare, riacquistare, e mantenere sempre. Quello che ti stiamo dicendo insomma, è che avere fiducia in te stesso, avere autostima, è qualcosa che dipende solo e unicamente da te: è una tua responsabilità.

Se qualcuno ti ha fatto sentire sbagliato in passato, e ci pensi ora, era solo la sua opinione e sei tu che hai permesso che valesse più della tua su di te. Ecco cosa devi fare per acquisire sicurezza: assumi dei comportamenti che ti fanno sentire degno di fiducia, che ti generano orgoglio e trasformali in delle abitudini. Agisci!

Come avere fiducia in sé stessi grazie al Coaching

Ricordi un’occasione in cui ti sei sentito bravo, forte, degno di ammirazione? Ricordi anche le sensazioni forti e bellissime che hai provato in quel momento? Avere fiducia in sé stessi significa credere nelle proprie abilità, nelle proprie qualità, rappresenta una grande forza interiore capace di influenzare in modo positivo i pensieri e le azioni. Se pensi di averla persa e vorresti riacquistare fiducia in te, ma non sai come fare, il Coaching può essere la soluzione che fa al caso tuo. Il Coaching po’ fornirti gli strumenti per operare un cambiamento nella tua vita e prendere coscienza delle tue innate risorse, acquisire o aumentare il tuo livello di autostima. Un Coach ti aiuta ad intraprendere questo percorso di consapevolezza, a tirare fuori le tue potenzialità e ad individuare quelle che sono le tue convinzioni limitanti che oggi ti impediscono di raggiungere i traguardi che meriti, eliminandole. Puoi imparare a gestire le situazioni di stress e a capire come superare i momenti di difficoltà senza abbatterti. Il Coaching è il segreto per ritrovare te stesso e la tua strada, puoi superare ogni difficoltà affrontando ciò che ti spaventa, anche la paura della pandemia.

In questo momento, in cui non possiamo essere fisicamente vicini, noi dell’Istituto The Mind of the Child siamo al tuo fianco e per aiutarti a ritrovare te stesso. Abbiamo quindi deciso di sfruttare tutte le offerte dagli strumenti tecnologici per supportarti nel tuo percorso di crescita personale. Se vuoi ricevere i consigli di un nostro Coach invia una mail all’indirizzo info@themindofthechild.com, oppure chiama il Numero Verde 800034259!

#noisiamoacasaconte
#noisiamoinaziendaconte

 

come ricominciare da zero

Come ricominciare da zero e riprendere in mano la propria vita

Redazione No Comments

Ricominciare da zero e rifarsi una vita grazie al Coaching

La vita è fatta di alti e bassi, può capitare che, nonostante il nostro impegno e le nostre buone intenzioni, le cose vadano in modo diverso da quello che avevamo sperato. Le cause possono essere tante e differenti, fatto sta che ad ognuno di noi capita di vivere, prima o poi, una crisi: potrebbe essere la perdita del lavoro, una rottura sentimentale, un’ingiustizia subita o qualcosa di molto grave che ha lasciato segni profondi.
Oppure potrebbe trattarsi di una situazione straordinaria come quella che stiamo vivendo in questi mesi: il diffondersi di una pandemia che ci spaventa e al tempo stesso alimenta in noi un senso di instabilità e incertezza verso il futuro. Rabbia, dolore, paura, frustrazione, disorientamento, sono le sensazioni più comuni che si provano in questi casi. Le emozioni che all’inizio sono molto intense piano piano lo diventano meno, ma possono persistere nel tempo generando un prolungato stato di malessere. A livello razionale abbiamo voglia di andare avanti, superare la situazione, eppure quando siamo bloccati in questi momenti dimentichiamo che in ogni situazione c’è un rovescio della medaglia o che si può trovare una via di uscita.

Come rifarsi una vita? In questo gioca un ruolo fondamentale il nostro modo di pensare e rispondere agli eventi con azioni concrete. Ciò che sembra impossibile diventa possibile, basta compiere i passi giusti. Se vuoi riprendere in mano la tua esistenza ecco come ricominciare da zero e costruire un futuro migliore.

Ricominciare da zero partendo dai lati positivi

Una serie di eventi ti ha travolto, investito, ha scombussolato le tue certezze, ti ha messo in difficoltà, questo non lo mettiamo in dubbio. Ricorda che le difficoltà sono delle prove: quando ne trovi una di fronte puoi buttarti giù o trovare un modo per reagire e ricominciare. Mentre ci sei dentro ti senti disorientato e non ti rendi conto che in realtà si sta palesando per te una grande opportunità: iniziare una nuova vita più intensa e di certo migliore di quella di prima.

  1. La prima cosa positiva, qualsiasi evento sia accaduto, è che parliamo del passato, anche se le conseguenze le sentiamo ancora oggi.
  2. La seconda cosa positiva è che noi esseri umani abbiamo la forza e la capacità di dare un senso e un orientamento a ciò che accade e ricominciare da capo costruendo qualcosa di nuovo: dobbiamo solo individuare come fare.
  3. La terza cosa positiva è che quando incontriamo un ostacolo sul nostro cammino possiamo trasformarlo in un trampolino di lancio per ottenere qualcosa di più e siamo perfettamente in grado di capire come ricominciare a vivere meglio di prima.

Ricominciare da se stessi, trasformando le debolezze in punti di forza

ricominciare da zero

Nei momenti di difficoltà la prima cosa che ti trovi a dover affrontare sono i tuoi limiti. La valutazione dell’accaduto fa emergere i tuoi punti deboli, le tue colpe. Come hai potuto permettere che ciò accadesse? Come hai fatto a non accorgertene? I perché si agitano nella mente apparentemente senza trovare risposta, eppure questa è una fase molto importante: è il momento in cui si fa spazio la consapevolezza che è il primo importante passo verso il miglioramento. Puoi comprendere quali sono state le paure che ti hanno portato a cadere in errore e quali sono state le tue responsabilità.

La spinta destabilizzante è quella che ci porta a riscoprire le grandi risorse interne che abbiamo a disposizione. Nel momento in cui prendi atto dei tuoi limiti e delle risorse a cui puoi attingere sei pronto per iniziare una nuova vita, puoi concentrarti su ciò che desideri davvero e studiare un percorso per raggiungerlo.
È un momento importante in cui valuti le tue responsabilità e anche i tuoi desideri. Possiamo definirlo il tuo nuovo inizio, la presa di coscienza da cui parti per costruire delle fondamenta più solide, anche se questi significa ripartire da zero.

Come ricominciare da zero partendo dal Coaching

Le risorse di cui hai bisogno per ottenere risultati straordinari sono già dentro di te, il Coaching può aiutarti a tirarle fuori. Puoi sfruttare le risorse di questo metodo anche per ricominciare da zero: il Coaching infatti pone poca enfasi sui problemi e sulle difficoltà già vissute, e si concentra sul presente e sul futuro. Il presente è il qui e ora, il momento giusto da cui partire per focalizzare gli obiettivi che ti permetteranno di ricominciare una nuova vita e costruire il futuro che desideri. Dove vuoi arrivare? Che tipo di persona vuoi essere? Che risultati vuoi ottenere? Tutto dipende da te: il segreto è ripartire da se stessi. Grazie al Coaching puoi imparare a gestire la situazione in modo differente, trasformare le tue emozioni negative in risorse da sfruttare a tuo vantaggio.

Se non sai come ricominciare, noi siamo al tuo fianco, anche oggi in questo periodo di difficoltà generale. L’istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, ha studiato più di un corso che può fare al caso tuo e può aiutarti a dare una svolta positiva alla tua vita.
Per ricominciare da te stesso non hai necessità di attendere oltre, puoi ripartire con slancio proprio oggi, anche da casa tua. Come? Abbiamo deciso di supportarti con un percorso di Coaching individuale che puoi effettuare sfruttando tutti gli strumenti tecnologici di cui disponi e a cui puoi accedere gratuitamente. Vuoi saperne di più?
Scrivici all’indirizzo info@themindofthechild.com, oppure chiama il Numero Verde 800034259.
#noisiamoacasaconte

Tutti icorsi dell’Istituto The Mind of the Child Coaching sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013. Viene inoltre esercitato, in collaborazione con la Society of NLP (l’UNICA Organizzazione Internazionale fondata da Richard Bandler e John Grinder, creatori della PNL), un controllo di qualità sui programmi e sui materiali didattici divulgati e ne vengono certificati i livelli di specializzazione.

Adesso sai come ricominciare da zero e riprendere in mano la tua vita. Parti da qui, perché aspettare oltre?

 

Qual è il vero significato del Coaching?

Redazione No Comments

Scopri il vero significato del coaching e perché questo metodo è davvero efficace

Ti sei mai interrogato su quale sia il vero significato di Coaching? Quale mondo si nasconde dietro questa parola? Il termine è ormai di uso comune, ma il Coaching cos’è davvero? Iniziamo dalla definizione letterale. Il termine Coaching ha una traduzione in italiano molto significativa, che possiamo sintetizzare con la parola “allenatore”. In base ad altre interpretazioni il significato di Coaching può però essere “vettura” o “carrozza”. Se ci pensi bene tutti questi termini hanno un significato profondo, l’allenatore è colui che ti guida, ti conduce verso il superamento dei tuoi limiti verso degli obiettivi importanti, mentre i termini vettura e carrozza indicano un mezzo che partendo da dove sei ti conduce ad un punto di arrivo. La simbologia è attinente alle finalità di questa disciplina.
Il Coaching è un metodo, una disciplina orientata all’azione, che porta a risultati concreti, ed è finalizzata allo sviluppo personale dell’individuo e al raggiungimento del suo stato di benessere.

La storia del Coaching è una storia antica: c’era una volta…

Il Coaching ha origini lontane, che possono essere individuate addirittura nell’antica Grecia, ai tempi del filosofo Socrate che attraverso le domande giuste mirava a far emergere la verità interiore. Il metodo di Socrate, la famosa maieutica, era senza dubbio innovativo per l’epoca. Il filosofo di Atene poneva domande e mai risposte, affermava di non essere lì per insegnare qualcosa, ma semplicemente per far sì che gli altri imparassero da soli, scoprendo sé stessi. Tramite il dialogo l’allievo era quindi guidato nell’acquisizione di una maggiore consapevolezza della sua verità interiore. A ben pensare, è una vera rivoluzione nel pensiero dell’epoca.

Dall’antica Grecia al mondo sportivo

Troviamo le successive tracce del Coaching negli anni ’70, in ambito sportivo, quando divenne famoso “The Inner Game of Tennis”, un libro rivoluzionario scritto da Tim Gallwey, professore ad Harvard e anche giocatore e istruttore di tennis. Per la prima volta veniva affermata l’importanza della mente nel superamento degli ostacoli. Nel suo volume Gallwey invitava gli atleti ad avere fiducia nelle loro capacità, condizione necessaria per riuscire a dare il meglio a livello di performance. Possiamo affermare che le teorie di Gallwey hanno fatto da apripista alla moderna disciplina del Coaching e al suo significato attuale.

Il significato del Coaching moderno

Il significato del Coaching di oggi è sorprendentemente simile a quello che era l’atteggiamento di Socrate. Il Coach, come il filosofo di Atene si accosta alle persone senza giudizio, ponendo domande efficaci per aiutarle a trovare da sole la propria strada. Si pone come una guida che accompagna il cliente nel proprio percorso, instaurando una partnership e lasciando che sia proprio lui a ispirare la sua azione, con le sue caratteristiche e le sue peculiarità. Ma attenzione: considerare il Coach un semplice improvvisatore è un giudizio errato. Il Coach sa bene cosa deve fare, prende atto della situazione del cliente, contatta il problema, se ne distacca e lo guida aiutandolo a maturare una nuova visione. In altre parole, il Coach ha un significato di “guida”, quindi non fornisce soluzioni, non dà risposte, ascolta invece in maniera attiva il cliente, affiancandolo nella ricerca dei suoi obiettivi. Attiva quindi un processo di partnership, il cui scopo è il raggiungimento di obiettivi concreti stabiliti dal Coachee, per mezzo delle sue ritrovate capacità personali e competenze.

La vera forza di questo processo sta nel fatto che il professionista è focalizzato solo sul raggiungimento degli obiettivi del cliente, supportandolo e appoggiandolo durante l’intero percorso.
I risultati del Coaching sono oggi noti e riconosciuti e ormai è una delle professioni più importanti anche nel mercato italiano, sia nel mondo del business sia nel supporto personale. Il miglioramento delle prestazioni può riguardare infatti sia il singolo che un intero team.
Il Coaching è una strategia di cambiamento che consente alle persone di riconoscere e sfruttare le proprie innate risorse e utilizzarle per raggiungere i loro obiettivi. È utile a chiunque voglia migliorarsi e migliorare la sua vita.

Il significato del Coaching moderno è quindi liberare il potenziale delle persone per migliorare le loro prestazioni.

  • Coaching è quindi un processo di formazione che fornisce strumenti utili per identificare degli obiettivi, rafforzare le potenzialità, raggiungere traguardi. Il cochee, il cliente, si affida al Coach per sviluppare le sue risorse latenti.
  • È un meraviglioso percorso che può essere intrapreso da chiunque, a qualsiasi età e per scopi differenti. C’è chi vuole migliorare le relazioni interpersonali, chi vuole affermarsi nel lavoro, chi è alle prese con una situazione difficile da cui non riesce ad uscire da solo.
  • Ecco anche cos’è il Coaching: una straordinaria opportunità per conoscere meglio se stessi, comprendere il proprio potenziale, prendere atto delle proprie responsabilità e dei limiti che fino ad oggi hanno impedito il raggiungimento degli obiettivi sperati.
  • Il significato del Coaching è anche azione, attraverso l’individuazione di strategie reali che possono davvero condurre al perseguimento di traguardi concreti.

Scopri anche tu il vero significato del Coaching

Chiunque tu sia e qualunque siano i tuoi obiettivi, puoi intraprendere un percorso di Coaching per rispondere ad una tua esigenza, per conoscere meglio te stesso, per trovare la tua strada, per migliorare la tua autostima, o anche solo per conoscere più a fondo questo metodo e chissà, farne anche la tua professione.

Se vuoi scoprire cos’è il Coaching e avvicinarti a questa disciplina puoi rivolgerti all’Istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla. Anche in questo periodo in cui gli spostamenti e le possibilità di uscire sono limitate, puoi contare sulla nostra offerta formativa. Sfruttando le potenzialità della tecnologia, riusciamo ad essere al tuo fianco, anche quando sei a casa, per aiutarti a fare tuoi gli strumenti di questo meraviglioso metodo che è il Coaching.

Ecco cosa possiamo fare per te:

  • se sei in difficoltà in questo momento, mettiamo un Coach a tua disposizione per aiutarti ad affrontare la situazione
  • se vuoi sfruttare il presente per costruire un nuovo futuro lavorativo e vuoi dare alla parola Coach un significato professionale, abbiamo creato una scuola online per diventare Coach professionista. Sarà proprio Alessia Mortilla ad accompagnarti in questo percorso che ti farà acquisire competenze di Coaching e di PNL.

Tutti i corsi della The Mind of the Child School sono riconosciuti ai sensi della legge 4/2013. I programmi dei corsi e gli esami finali sono inoltre riconosciuti inoltre dall’Associazione Nazionale Professionale di Coaching (ANPCP) e PNL, ai fini dell’iter di specializzazione come Coach Professionista.

Se sei interessato a uno dei nostri corsi online o vuoi ricevere la consulenza di un nostro Coach, manda una mail all’indirizzo info@themindofthechild.com, oppure chiama il
Numero Verde 800034259!
#noisiamoacasaconte #noisiamoinaziendaconte

 

corsi motivazioanli per crescere

Corsi motivazionali: cosa sono e in cosa differiscono dai corsi di coaching

Redazione No Comments

Cosa sono i corsi motivazionali?

C’è una forza in ognuno di noi, che potremmo paragonare a un motore acceso, capace di condurci verso la realizzazione dei nostri obiettivi, senza desistere mai. La motivazione è un’importante risorsa su cui possiamo contare, alimenta la fiducia in noi stessi ed è strettamente connessa con le emozioni. Potremmo definirla come la molla che ci spinge all’azione. Si tratta quindi di un fattore molto importante, necessario se vogliamo intraprendere un nuovo percorso. Ma cosa accade quando incontriamo degli ostacoli? Cosa fare quando le buone intenzioni vacillano?
Talvolta la motivazione sembra venire meno, o forse non abbiamo più la capacità di ascoltarla. In questi casi può essere necessario un aiuto esterno, qualcuno che ci aiuti a risintonizzarci sul nostro focus. I corsi di motivazione personale e anche corsi motivazionali aziendali, sono nati proprio per questo e hanno avuto il loro boom negli anni’80. È proprio in quel periodo che anche qui in Italia è aumentata a dismisura l’offerta di corsi motivazionali che ricalcavano di molto il modello americano, in particolare quello di Anthony Robbins, autore di molti best sellers e coach di alcuni personaggi di spicco e celebrità. Per i più il messaggio era questo: “se il metodo funziona per loro, andrà bene anche per me, quindi perché non provare?”

Il grande spettacolo dei corsi motivazionali

Un corso di motivazione veniva presentato al pari di un grande evento. In una location spettacolare si riunivano manager, imprenditori, semplici dipendenti, tutti insieme e allo stesso livello per vivere una giornata unica nel suo genere, capace di cambiare la loro vita. Un modello che viene riproposto anche oggi.
Per molte persone i corsi di motivazione personale sono stati utili a rafforzare la loro auto efficacia, il concetto di fare qualcosa per sé stessi, è giusto, come è giusto desiderare un lavoro migliore, una relazione gratificante o qualsiasi altra cosa si possa desiderare. Il punto però è come raggiungere concretamente questi obiettivi.
Siamo tutti essere umani, reagiamo agli stimoli, possiamo provare delle sensazioni forti dopo aver visto un video toccante o aver vissuto un’esperienza coinvolgente. Le persone che partecipano a dei corsi motivazionali sono entusiaste e lo sono in misura maggiore se il protagonista sul palco è in grado di coinvolgerle: musica, immagini, colori, tutto contribuisce a rendere unica una giornata simile.

Il limite di questo modello

Senza dubbio si provano emozioni bellissime…per quanto? Quanto dura lo stato di benessere generato da uno di questi corsi di motivazione? Se hai frequentato un corso motivazionale forse avrai capito che finito l’effetto scenico, superati i contenuti spettacolarizzati che lì per lì ti hanno fatto stare bene, poco è rimasto. L’energia ritrovata, la carica, si sono pian piano spente quando sei stato nuovamente risucchiato dalla routine quotidiana. Nel corso di motivazione avevi definito degli obiettivi e questo va benissimo, ma ti è stato spiegato come raggiungerli concretamente? La motivazione è la molla che spinge ad agire e a perseguire i nostri sogni, ma viene meno se mancano disciplina, auto-consapevolezza, progettualità. Il grande limite dei corsi di motivazione è proprio questo: viene affrontato il miglioramento personale da un punto di vista limitato, utilizzando un metodo efficace solo parzialmente. L’euforia svanisce nel breve periodo, quando si scontra con i problemi che nascono successivamente e che non si sanno affrontare. Il risultato? Si ritorna alle vecchie abitudini.
A questo punto avrai capito che la motivazione è il là che ti consente di partire, ma per andare lontano devi necessariamente definire una strategia. È qui che interviene il Coaching.

Differenza tra un corso motivazionale e un corso di Coaching
corsi motivazioni che cosa sono

A cosa serve la formazione motivazionale se non ti spiega come raggiungere i tuoi obiettivi? Per focalizzare i tuoi obiettivi hai bisogno di qualcuno che ti guidi, che ti porti a compiere delle scelte senza fornirti ricette miracolose, ma aiutandoti a sfruttare le grandi risorse che hai dentro di te. Un coach fa proprio questo: ti fornisce gli strumenti per migliorare la tua situazione attuale ed andare verso il Risultato che desideri.
La formazione motivazionale è stata descritta in passato come la ricetta giusta per “autoricaricarsi” e prendere il via verso una nuova vita, più soddisfacente e felice. La realtà è che spesso gli effetti di un corso di motivazione si esauriscono nel breve periodo. La motivazione termina perché si lavora su cosa vuoi ma non su cosa ti ha impedito fino ad oggi di raggiungere l’Obiettivo che desideravi. I blocchi, i timori e le paure devono necessariamente essere rimossi affinché il Risultato e la motivazione restino nel tempo. È questa la principale differenza tra un corso motivazione e uno di Coaching.

Il Coaching è un metodo che può farti raggiungere di risultati concreti

Il lavoro di un Coach è generativo e definitivo, un corso motivazionale lavora sulla motivazione che potrebbe però nel tempo scemare. Prova a pensare la tua vita come una retta divisa in passato, presente e futuro: il Coaching ottiene risultati straordinari perché non si concentra sul passato, sui problemi o sulle difficoltà, ma pone attenzione sulla tua situazione attuale e per condurti verso il tuo futuro. Dove vuoi andare? Cosa vuoi ottenere? Che persona vuoi diventare? Definire cosa vuoi ve bene, ma è altrettanto importante capire perché lo vuoi e perché fino ad oggi sembra esserti sfuggito. Hai una responsabilità in tutto questo, ecco perché devi ripartire da te stesso se vuoi contare su una motivazione costante per costruire un futuro migliore.
Il coaching lavora sulle limitazioni che ti impediscono di sfruttare il tuo enorme potenziale, le risorse che già hai e che sono dentro di te, per farti raggiungere i tuoi obiettivi. La distanza che ti separa da essi è solo nella consapevolezza dello sconfinato potere che hai dentro di te. Il coaching ti aiuta a superare problemi e difficoltà, ti aiuta a considerarli come situazioni che ti rendono più forte, dalle quali puoi ripartire con uno slancio maggiore.
corsi motivazionali autorealizzazione

Si tratta di una metodologia che si concentra sulle soluzioni, individuando nuove strategie di pensiero e di azione: le potenzialità umane sono risorse uniche e preziose, eppure la maggior parte di noi le ignora. Imparare a riconoscerle e a valorizzarle può aiutarti a migliorare la tua vita in ogni ambito, dal sociale, al lavoro, alle relazioni, aumentando il tuo livello di serenità e benessere.
Puoi usare queste risorse per conoscerti meglio, per dare una svolta positiva alla tua vita, per cambiare lavoro, migliorare i tuoi risultati in ambito sportivo. Se vuoi dare una svolta alla tua esistenza investi su te stesso e libera il tuo grande potenziale.

I corsi di Coaching di The Mind of The Child

L’Istituto The Mind of Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, è una scuola di Coaching che ti offre un’opportunità davvero unica per avvicinarti al Coaching, ovvero quella di prendere parte a dei corsi che potranno fornirti gli strumenti per mettere a fuoco te stesso, le tue responsabilità per raggiungere risultati concreti e positivi nelle aree della tua vita che più ti stanno a cuore.
Se vuoi mettere insieme i pezzi della tua vita e creare uno straordinario puzzle in cui ogni pezzo è in armonia con gli altri e con il contesto, non esitare a contattarci.
Anche in questo momento, in cui siamo chiamati a mantenere le distanze, siamo lo stesso al tuo fianco, sfruttando tutte le possibilità offerte dalla tecnologia. Puoi seguire un nostro corso online in 5 appuntamenti settimanali semplicemente acquistando il libro di Alessia Mortilla “The Mind of the Child – Alla scoperta del bambino che è in te”.

Scrivi subito a info@themindofthechild.com oppure chiama il Numero Verde 800034259!
#noisiamoacasaconte #noisiamoinaziendaconte
I contenuti formativi dei corsi ed i relativi esami finali sono riconosciuti ai fini dell’iter di certificazione come Coach Professionista dalla ANPCP – Associazione Nazionale Professionale di Coaching e PNL

 

Ecco come il Coaching assiste le aziende italiane in difficoltà

Redazione No Comments

Vuoi un futuro migliore per la tua azienda?

Stiamo affrontando un’emergenza inattesa. La diffusione del Covid-19 ha sconvolto profondamente le nostre vite a livello personale, ed è andata a toccare a anche chi si sentiva abbastanza sicuro di se stesso. È il caso ad esempio degli imprenditori, da sempre abituati ad affrontare i cambiamenti e a modificare il loro modo di lavorare per migliorare le performance aziendali. Gli effetti di questa pandemia, e soprattutto delle misure restrittive adottate per contenerla, stanno mettendo a dura prova la sopravvivenza di molte imprese, al punto tale che molte hanno già annunciato la loro chiusura.
È una scelta, dettata da una crisi, ma pur sempre una scelta. Altre aziende affronteranno un periodo di transizione che determinerà poi loro sopravvivenza. Alcuni settori, alla fine di questa storia vivranno paradossalmente un periodo di crescita.

Farcela è una scelta: ci vuole attenzione e responsabilità

C’è chi ce la farà e chi invece si arrenderà, se pensi che a fare la differenza sia il settore in cui l’azienda opera, ti sbagli. La situazione è quella che è: a determinare la sopravvivenza e il successo delle aziende, sono le scelte imprenditoriali che vengono prese oggi. Ci sono imprenditori che in questo momento sono bloccati dalla paura, si trovano di fronte ad un problema e non sanno come affrontarlo. Ma ci sono anche imprenditori che si pongono delle domande e che sono determinati a progettare la ripresa, avendo ben chiaro che avverrà in un contesto nuovo, diverso, regolato da altre dinamiche.

Da dove partire? Inizia affrontando le tue paure

La diffusione del Covid-19 è una situazione stra-ordinaria. Ha risvegliato in tutti noi profonde paure legate al nostro innato istinto di sopravvivenza. E quando siamo di fronte ad una paura, noi essere umani possiamo reagire in due modi diversi:

  • ci lasciamo dominare
  • la affrontiamo.

Questo vale a livello personale, umano, ma anche a livello lavorativo. Se la tua azienda sta subendo gli effetti negativi dello stop forzato o della riduzione del carico di lavoro, puoi decidere lamentarti, di puntare il dito verso gli eventi e le misure adottate dal governo, oppure puoi sfruttare questo periodo per riflettere su come rilanciare la tua attività. A volte, per trovare una soluzione basta porsi le giuste domande.
Le imprese che continueranno ad avere problemi nell’epoca post-coronavirus sono quelle in cui il modo di gestire il lavoro è ancorato a vecchie abitudini, che saremo invece chiamati a superare o a modificare.
Le aziende che avranno successo saranno quelle in grado di adeguarsi ai mutamenti e che sapranno cogliere le opportunità nate in questa situazione.

Torna ad essere un leader con il Coaching

La vision è una delle caratteristiche che distingue un leader, da un gregario: è la capacità di guardare oltre, immaginare quello che ancora non è, ma che sarà. E proprio quando i punti di riferimento diventano instabili e le conseguenze si riflettono sulla produzione e sui dipendenti, il capo è colui che può individuare nuovi strumenti per adattarsi al cambiamento, definendo strategie efficaci per la ripresa.
Il cambiamento esterno, sociale ed economico, può essere affrontato solo se accompagnato anche da un cambiamento interno. Se in questo momento ti senti smarrito, vorresti reagire, ma qualcosa ti blocca, vorresti metterti a capo della tua impresa e trainarla fuori da queste acque, verso nuovi lidi più sicuri e più ricchi, hai solo un modo per farlo: ripartire da te stesso. Il Coaching può aiutarti a valutare in modo nuovo la situazione attuale, può restituirti la lucidità mentale che ti spinge all’azione. Mai come in questo momento la guida di un Coach può esserti utile per focalizzare nuovi obiettivi, più concreti e adattabili alle esigenze/ aspettative della tua azienda.
Se in questo momento ti senti privo di libertà, se ti sembra di avere le mani legate, stai dimenticando che continui ad avere un grande potere: quello di poter gestire il presente per pianificare il futuro. Tutto ciò che avverrà domani, affonda le sue radici nel presente e puoi decidere tu quali semi piantare.
Sentirsi smarriti in questo particolare momento è del tutto naturale, ma se dentro di te senti ancora la spinta all’azione che ti ha sempre contraddistinto nel tuo lavoro, se quello che desideri è darti nuove chance lavorative, noi dell’Istituto The Mind of the Child siamo al tuo fianco per supportarti. Sfruttando gli strumenti tecnologici, abbiamo deciso di guidarti gratuitamente in un percorso di crescita personale e professionale mettendo uno dei nostri Coach a disposizione.
Scegli oggi cosa accadrà nel tuo domani!
Per informazioni e iscrizioni manda una mail a: info@themindofthechild.com, oppure chiama il Numero Verde 800034259.
#noisiamoinaziendaconte!

Covid-19: perché la gente assale i supermercati? Il punto di vista del Coaching

Redazione No Comments

Perché l’emergenza Coronavirus si riflette anche sulle nostre abitudini

Clienti in fila prima dell’apertura, scaffali vuoti e carrelli pieni. L’assalto ai supermercati è una delle immagini che ricorderemo di questo particolare periodo storico, in cui tutti siamo costretti a casa per evitare il contagio del Coronavirus. La necessità di garantire le misure di sicurezza è uno dei fattori che porta alla creazione delle file fuori dai supermercati e molte persone riempiono i carrelli per evitare di uscire troppo da casa.
Tali motivazioni non giustificano quello a cui in realtà stiamo assistendo: una vera e propria corsa all’approvvigionamento. Sugli scaffali mancano beni di prima necessità come pasta, farina, lievito. C’è chi fa scorta, temendo tempi ancora più bui. Eppure rassicurazioni da parte del Governo sono arrivate: il cibo non scarseggerà, il sistema produttivo alimentare non si è fermato. Allora perché il diffondersi di tali comportamenti?

Disporre di cibo aiuta davvero a sentirsi più sicuri?

Gli acquisti motivati dal panico dimostrano che la psicosi da Coronavirus è evidente. Quello che stiamo vivendo è qualcosa di nuovo: mai prima d’ora le generazioni attuali sono state costrette ad affrontare uno stato di emergenza simile. A preoccupare è la paura del contagio, i contatti sono banditi, gli altri sono considerati un rischio. Ma noi siamo animali sociali, ricordiamolo, e tale isolamento pesa anche sulla psiche e sull’umore. La sorpresa dei primi giorni ha lasciato il posto alla consapevolezza che quando rimetteremo il naso fuori casa il mondo non sarà più come prima. L’incertezza si lega alla paura, la paura è alimentata dall’incognita del futuro. Come si lega tutto questo alle file davanti ai supermercati?

La psicologia parla chiaro: in una situazione di incertezza e paura, ci sentiamo più tranquilli se possiamo disporre delle risorse necessarie per sopravvivere. Abram Maslow, uno dei principali esponenti della psicologia umanistica, è noto per aver messo a punto la “piramide dei bisogni”. Al primo gradino della piramide vi è proprio la possibilità di disporre del cibo per sopravvivere. Nella nostra società tecnologica e connessa tale bisogno si manifesta anche postando sui social foto di piatti home made, come per dire agli altri, “va tutto bene”. In una situazione di panico cerchiamo quindi di essere previdenti facendo scorte alimentari, la dispensa piena ci dona l’impressione di essere pronti ad affrontare una possibile assenza di scorte e ci aiuta ad avere un certo senso del controllo.
Stiamo soddisfacendo il nostro bisogno di sicurezza, proviamo in questo modo a prendere in mano la situazione. Il bisogno di sicurezza è insito in ogni essere umano, fin dalla nascita e si lega al nostro istinto di sopravvivenza che ci spinge a evitare il pericolo per proteggere la vita. Da tale bisogno deriva però anche quello del controllo che ci porta a fissare delle abitudini per creare una zona di comfort che da una parte ci rassicura, ma dall’altra frena la nostra crescita.

Cosa possiamo fare quindi?

In tale contesto essere previdenti va bene, ma l’obbligo di adattarsi alla situazione deve essere sempre affrontato con intelligenza, calma ed equilibrio. Dobbiamo evitare che sia il panico a controllarci perché le azioni motivate da ansia e paura riescono solo ad aggravare la situazione. Quello che avverrà in futuro possiamo solo immaginarlo, perché lasciarsi andare a costruzioni immaginarie catastrofiche e irrazionali?
Costruiamo la tua realtà nel modo in cui elaboriamo le informazioni. Il nostro cervello segue delle scorciatoie per facilitare il suo compito, una di queste è prendere decisioni scegliendo le informazioni più facili da reperire. Forse anche tu stai facendo questo. Se ti focalizzi sul numero dei contagiati, inneschi la sensazione di pericolo. Se ascolti canali non ufficiali puoi dare spazio nella tua mente a teorie errate. Indaga, approfondisci, risali alle fonti, cerca di analizzare tutte le prospettive.

Se vuoi stare bene, prenditi cura di te stesso e rispondi ai tuoi bisogni

Altra cosa che puoi fare è rispondere ai tuoi bisogni. Se a livello inconscio riempi la dispensa per sentirti sicuro, hai pensato a cosa potresti fare a livello conscio? Gli esseri umani hanno anche altri bisogni primari da coltivare per stare bene:

  • il bisogno di varietà che ci spinge a trovare nuovi stimoli per uscire dalla zona di comfort che ci siamo costruiti, perché abbiamo bisogno di nuovi stimoli per sentirci vivi
  • il bisogno di sentirci importanti, speciali, attraverso il riconoscimento altrui o anche personale. La soddisfazione di questo bisogno aumenta la nostra autostima
  • il bisogno di amare e sentirci amati
  • il bisogno di crescere, che spinge noi esseri umani ad ampliare le nostre conoscenze e si soddisfa ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo. Il nostro istinto è infatti quello di migliorare, elevarci, raggiungere risultati.
  • Il bisogno di contribuire al benessere altrui, facendo qualcosa si concreto.

Lo sai che potresti rispondere a tutti questi bisogni anche adesso, tra le mura di casa, e stare di nuovo bene? Come fare? Il Coaching è la risposta!

Il Coaching, una chiave di volta

L’esigenza di fare scorte è davvero motivata? I supermercati hanno chiuso, oppure tutto sta andando come annunciato dal Governo? Ti sei accorto che i ristoranti continuano a consegnare a casa? Forse ti stai rendendo conto che alcuni tuoi comportamenti sono immotivati, eppure ti senti lo stesso preoccupato. Se vuoi sentirti di nuovo bene, se vuoi essere capace di affrontare la situazione in modo razionale e consapevole, devi lavorare su te stesso e guardarti dentro per capire da dove nascono le tue paure. Solo così riuscirai a trasformare le emozioni negative in stati di risorsa positivi.
Il Coaching può aiutarti a fare questo fornendoti gli strumenti per affrontare e gestire al meglio le situazioni: è un metodo pratico, orientato all’azione e finalizzato al raggiungimento di obiettivi concreti. Puoi capire chi sei, quali sono le motivazioni alla base delle tue reazioni, perché guardi il mondo da una certa prospettiva. Puoi imparare a governare le tue emozioni, sfruttarle a tuo vantaggio, superare con successo momenti difficili.
Puoi fare qualcosa oggi stesso, mentre sei a casa. Hai la libertà di scegliere come vivere il tuo presente e quali soluzioni adottare per il futuro.
Anche in questo momento puoi contare sull’Istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla. Se sei in difficoltà e vuoi guardare con fiducia al tuo futuro puoi contare sul nostro supporto e sulla nostra guida gratuita, attraverso un lavoro di Coaching individuale.
Scrivici all’indirizzo info@themindofthechild.com, oppure chiama il Numero Verde 800034259.
#noisiamoacasaconte

Vincere la paura della pandemia con l’aiuto del Coaching

Redazione No Comments

Acquisisci gli strumenti per superare questo momento e costruire un domani migliore

Insofferenza, preoccupazione, paura del contagio. L’emergenza coronavirus ha portato ad un cambiamento forzato delle nostre abitudini e per molti affrontare questo periodo è tutt’altro che semplice. C’è chi era abituato a uscire spesso e risente dell’obbligo di restare a casa, chi deve trovare un nuovo equilibrio tra smart working e necessità dei propri familiari.
Siamo insomma costretti dalla necessità a vivere una realtà imposta, a cui di certo eravamo impreparati. Proviamo a dare alla nostra vita una parvenza di normalità, ma la nostra parte razionale è messa a dura prova e deve fare i conti con una serie di input che a livello emotivo innescano stati di panico, insicurezza. Su tutte è un’emozione in particolare che emerge: la paura. Se non controllata la paura degenera in ansia, poi in angoscia, compromettendo seriamente il nostro equilibrio psicofisico.

Mai come in questo momento è importante elaborare correttamente quanto sta accadendo, per evitare di essere sopraffatti dalle emozioni. Sembra più facile a dirsi che a farsi, ma attenzione: abbiamo tutti il potere di affrontare le situazioni impegnandoci a tirare fuori il meglio da noi stessi.
Anche in questo caso, quando siamo costretti tra le mura di casa, possiamo scegliere se alimentare le nostre paure, oppure lavorare su noi stessi. La mente ha un potere immenso sul nostro stato d’animo ed è ormai chiaro a tutti che influenza anche la nostra salute. Dobbiamo quindi proteggerla dai pensieri negativi, che creano angoscia emotiva, rivolgendo la nostra attenzione verso attività funzionali al nostro benessere.

Il coronavirus è oggi alla base delle nostre paure, ma qual è il pericolo associato a tale situazione che più ti spaventa? Il contagio, i risvolti economici, l’isolamento, il futuro?

Individuare la tua paura è il primo passo per sconfiggerla, per trasformare questa emozione in coraggio. In questo caso specifico il primo consiglio è evitare di ascoltare notizie che provengono da fonti di dubbia valenza. Assumiti il compito di verificare come stiano esattamente le cose perché forse la realtà può essere diversa da come la immagini. Approfondire alcuni argomenti può esserti utile per ragionare con la tua testa e quindi accettare con più serenità alcuni aspetti della situazione.
In tv passano notizie terribili, accompagnate da immagini altrettanto brutte. Prova a prendere le distanze, cerca di dare alla tua mente il giusto nutrimento. Focalizzati su pochi aspetti che hanno l’unico scopo di tenerti informato.
Questa situazione attuale cambierà e come sempre avviene si risolverà. La vera domanda da farti oggi oggi però è: “Come ci arriverai?”.

Allena la felicità

Può sembrare strano, ma anche in questo momento, quando siamo chiusi tra le mura di casa e pensiamo che manchino certezze sul futuro, possiamo trovare ottime ragioni per stare bene ed essere felici.
Possiamo paragonare la felicità ad un muscolo, che dobbiamo allenare ogni giorno per creare radici profonde, che possano aiutarci a gestire al meglio la situazione attuale e quelle che si presenteranno in futuro. Pensare alla felicità come un piacere ininterrotto è un concetto errato, bisogna invece capire che le persone felici sono quelle capaci di affrontare le emozioni negative e riprendersi velocemente. Come fare? Si inizia con delle piccole azioni, che possono modificare in positivo lo stato d’animo.

  • Se vivi con altre persone, promuovi un ascolto attivo: dedica del tempo ai tuoi familiari ascoltando le loro esigenze e chiedi loro di ascoltare le tue. Cercate di trovare un punto di incontro, regalatevi degli spazi. Se vivi solo invece sfrutta la tecnologia, le videochiamate, i social, per stare vicino a chi ami.
  • Lavora su te stesso, scopri i tuoi talenti, affronta un percorso di crescita personale e sfrutta il tempo a disposizione per fare corsi, specializzarti, anche in questo presente puoi costruire qualcosa per il tuo domani.
  • Impara a cambiare la prospettiva. Cosa stai imparando dall’esperienza attuale? Probabilmente stai rivedendo la tua scala di valori. Assumiti la responsabilità di imparare qualcosa, scegli di vivere con coraggio e soprattutto, vivi ogni momento intensamente! La società post coronavirus sarà senza dubbio diversa da quella che lo ha preceduto, hai pensato che potrebbe essere migliore?

Puoi contare su di noi

Fatti, non parole.

Se vuoi mettere in atto dei cambiamenti positivi, il Coaching può fornirti gli strumenti giusti per affrontare le tue paure, capire da dove nascono e come superarle. Puoi trovare una via d’uscita con la forza della tua mente e costruire qualcosa di importante per ripartire con slancio. Investire il tempo per crearti una nuova professione ed una maggiore professionalità nel tuo attuale ambito sviluppando le tue competenze attuali.
La guida di un Coach in questa fase può aiutarti a ritrovare il tuo equilibrio e a maturare un approccio mentale che ti consenta di gestire al meglio questo delicato momento. Noi dell’Istituto The Mind of the Child siamo al tuo fianco e per supportarti abbiamo deciso di essere a tua disposizione sfruttando le opportunità offerte dagli strumenti tecnologici.

Lo facciamo attraverso:

  1. Un Coach a tua completa disposizione per gestire, affrontare e superare al meglio questo periodo
  2. Un percorso formativo specifico in base ai tuoi obiettivi futuri: una scuola di specializzazione, un percorso di crescita personale e/o professionale, un percorso di comunicazione efficace e leadership.

Vuoi ricevere la guida di un nostro Coach e implementare le tue competenze?

Contattaci!
Manda una mail all’indirizzo info@themindofthechild.com, oppure chiama il
Numero Verde 800034259!
#noisiamoacasaconte  #noisiamoinaziendaconte

Crescita personale ai tempi del Covid-19: gli strumenti che ti servono

Redazione No Comments

Perché amarsi è la soluzione per essere più forti del virus

I dati che migliorano, ma che continuano a essere poco confortanti. Il periodo di quarantena che si allunga di volta in volta. Le misure di contenimento sempre più restrittive. Quello che stiamo vivendo è un periodo davvero molto difficile, siamo tutti consapevoli che quanto si sta facendo è necessario per limitare la diffusione del Covid-19, ma la domanda che tutti ci poniamo è la stessa: quando finirà tutto questo?

La reclusione forzata, seppur nelle confortevoli, in alcuni casi, mura di casa, pesa come un macigno soprattutto per le persone più fragili. Alla paura del contagio si associano i dubbi sul futuro, su ciò che ci attende “dopo” il Coronavirus. Qualcuno ha avanzato delle ipotesi, ma la ragione ci dice che ad oggi non vi è nulla di certo e quello che possiamo e dobbiamo fare è vivere giorno per giorno, nella consapevolezza che questa epidemia un termine ce l’abbia davvero. Ma se a livello razionale questo ragionamento arriva, a livello emotivo la maggior parte di noi deve fare i conti con sensazioni come ansia, preoccupazione, insofferenza, senso di coercizione.

Anche tu hai provato qualcosa di simile nelle ultime settimane?

Concentrati sulla soluzione anziché sul problema

Ogni volta che ci troviamo in una situazione difficile possiamo scegliere di reagire in due modi:

  • focalizzarci sul problema
  • focalizzarci sulla soluzione

I sentimenti negativi che scaturiscono in questo periodo di isolamento nascono dal fatto che passiamo il tempo a focalizzarci sul problema. Il Covid-19 è reale, impossibile negarlo. Ma concentrarsi sui dati negativi, sull’incertezza del futuro, su tutto ciò di cui si avverte la mancanza, ingigantisce il problema. Perché invece non provi a focalizzarti sulle opportunità di questo momento?

Sì, hai capito bene, abbiamo detto opportunità.

Perché in ogni situazione puoi trovare qualcosa di buono e puoi mettere in atto azioni positive per portare benefici concreti alla tua vita.

È una tua scelta!

Cosa puoi fare oggi? Puoi sfruttare il tempo che hai a disposizione per dedicarti a ciò che ti fa stare bene: leggi un libro, guarda film, passa del tempo di qualità con i tuoi familiari e occupati di te e della tua crescita. Soprattutto: amati. Se vuoi vincere la paura, impara a volerti bene, investi su te stesso, intraprendi un percorso di crescita che possa aiutarti ad affrontare la situazione in modo nuovo, migliore.

La tua mente è una risorsa meravigliosa, se sai come usarla

Intraprendendo un percorso di crescita personale potresti sorprenderti di quanto poco sai di te stesso. Il Coaching per esempio, può aiutarti a capire chi sei davvero, da dove nascono le tue paure e le tue preoccupazioni, cosa puoi fare per affrontarle e superarle.

Il bisogno di crescere soddisfa la nostra innata necessità di progredire e migliorare. Un percorso di Coaching può fornirti gli strumenti per superare le difficoltà, credere in te stesso e acquisire nuove competenze utili ad aprirti interessanti strade future.

“Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno – forse lo faranno tutti.”

Albert Einstein

Vuoi una mano per affrontare questo momento? Noi siamo con te!

Se in passato hai dimostrato di poter essere sicuro, determinato, coraggioso, perseverante, lucido, costante, puoi esserlo di nuovo oggi, devi solo trovare la forza in te stesso. Se hai bisogno di aiuto per trovare delle risposte e capire come attingere alla tua forza interiore, prenditi cura di te e lavora sulla tua crescita personale. Segui i consigli e gli insegnamenti di Alessia Mortilla, la coach che da anni forma Coach Professionisti, presidente dell’Istituto di Formazione e Coaching The Mind of the Child. Acquistando l’ultimo libro di Alessia Mortilla, “The Mind – alla scoperta del bambino che è in te” non solo avrai in mano un prezioso strumento per costruire un nuovo inizio, ma ti regalerai anche una grande opportunità: partecipare gratuitamente a un mese di formazione di Coaching online!

Investire oggi sul tuo futuro professionale

Sei preoccupato per il tuo lavoro? Vedi solo incertezza davanti a te? Ecco un’altra buona ragione per investire su te stesso e crearti una nuova professione, più gratificante: diventa un Coach professionista!

Se ora ti senti privo di libertà ti sbagli: puoi scegliere anche in questo presente, di costruire qualcosa di nuovo. Sfrutta il tempo di cui disponi per formarti: l’Istituto The Mind of the Child ha creato per te una scuola online per diventare coach professionista a cui puoi accedere da tutti i dispositivi mobili e un ulteriore percorso in Programmazione Neuro Linguistica e Coaching. Affrettati a prenotare il tuo posto, sarà Alessia Mortilla stessa ad accompagnarti in questo straordinario percorso formativo.

Vuoi saperne di più?

Invia una mail a info@themindofthechild.com
Oppure chiama i seguenti numeri: Numero Verde 800034259
3488413957
3409998062
3274335513
3319026254.

Ti aspettiamo!

Adolescenza e genitori: come conciliarsi con il Coaching

Redazione No Comments

Adolescenza e genitori: perché è una fase così importante

L’ingresso di un figlio nella fase dell’adolescenza è un evento critico che mette i genitori di fronte a diverse difficoltà. Possiamo dire che l’intera famiglia viene messa alla prova e per superare con successo questo momento sono necessarie capacità di adattamento e di cambiamento. L’adolescenza altro non è che il passaggio dall’infanzia all’età adulta, una transizione che coinvolge i ragazzi e i parenti più stretti. Tutti i soggetti coinvolti sono chiamati a dare il proprio contributo per affrontare questo periodo, in cui è importante rispettare i tempi e gli spazi sia dei ragazzi che degli adulti.

Figli, adolescenza e genitori: cosa significa affrontare questo momento

Nel periodo adolescenziale i ragazzi sono alle prese con nuove conoscenze, iniziano a essere più consapevoli del mondo che li circonda, delle sue regole, e il loro atteggiamento cambia anche in famiglia poiché tendono a introdurre le proprie idee e nuovi valori, spesso mettendo in discussione i genitori.
Agli adulti spetta il difficile compito di continuare a mantenere l’unione familiare gestendo al tempo stesso le nuove sollecitazioni che provengono dal figlio, il quale impegnato a imporre i suoi punti di vista e anche nuove forme di relazione.
In poche parole questo è il periodo dell’adolescenza e i genitori devono affrontarlo evitando di creare contrasti. Bisogna Infatti sempre tenere a mente che l’obiettivo principale è quello di favorire la separazione psicologica del ragazzo dai suoi genitori permettendogli di diventare un giovane con una propria identità. Si tratta di un compito tutt’altro che semplice, anche perché le linee del ragazzo possono essere confuse, poco realistiche.

Quali sono le basi per vivere bene questo passaggio?

Bisogna sempre ricordare che questo processo di separazione avviene contemporaneamente sia per i ragazzi che per i genitori, ed avverrà con successo solo se vi sono dei rapporti stabili e di fiducia che legano entrambe le parti. L’errore comune di molti genitori è quello di costruire muri di resistenza che i ragazzi prendono come sfide e vivono con rabbia e confusione.
La famiglia quindi, da un lato deve favorire questo processo di cambiamento e di crescita emotiva, dall’altro deve impegnarsi a restare unita per essere di aiuto al ragazzo, in particolare nei suoi momenti di difficoltà, quando emergono i problemi adolescenziali. Il supporto tra genitori e figli non si interrompe, ma si evolve in una forma più matura, dove si dà spazio alla flessibilità, al rispetto delle differenze e si asseconda il cambiamento, pur restando fedeli ad una rassicurante continuità.

Adolescenza e genitori: come gestire i conflitti grazie al Coaching

Per i genitori, una delle difficoltà maggiori durante il periodo dell’adolescenza è relazionarsi con i propri figli. Forse anche tu in questo momento stai vivendo una situazione simile, ti senti confuso, non riconosci più il tuo bambino. Quasi da un giorno all’altro è cambiato il modo in cui comunicate, quello che fino a ieri andava bene, oggi non funziona più. Le tue parole, e soprattutto il loro significato, non arrivano più a tuo figlio, che reagisce anzi in modo opposto a come ha sempre fatto.
Quello che ti sta comunicando a modo suo, è una richiesta di aiuto: aiuto ad affrontare una situazione nuova che lo spaventa e di cui vorrebbe essere all’altezza. Superare questo conflitto generazionale è possibile imparando a gestire la distanza che vi separa. Il tuo impegno deve essere quello ad uscire dal conflitto, smetti di irrigidirti o di restare deluso, lascia stare torti o ragioni, prova invece a comprendere tuo figlio. Se non sai come fare, il Coaching può esserti di aiuto: grazie a questo metodo i ragazzi possono imparare ad affrontare il periodo dell’adolescenza e i genitori possono capire come supportarli al meglio.

Il Coaching è un metodo pratico, orientato all’azione, che interviene anche sul modo di interpretare le situazioni. Tutto inizia dalla valutazione dell’individuo, dei suoi punti di forza, dalla scoperta delle sue innate risorse e potenzialità che possono essere sfruttare per raggiungere obiettivi concreti. Il Coaching aiuta quindi i ragazzi a superare l’adolescenza partendo dallo sviluppo delle loro potenzialità, e aiuta i genitori a sviluppare un nuovo approccio mentale utile a supportare i figli in questa delicata fase.

Cerchi un Coach? Ecco dove puoi trovarlo!

Vuoi aiutare tuo figlio a diventare un adulto equilibrato e consapevole delle proprie potenzialità? Vuoi capire come superare la delicata fase dell’adolescenza? Puoi richiedere una consulenza ad uno dei Coach dell’Istituto The Mind of the Child, diretto dalla nota Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, oppure prendere parte ad uno dei tanti corsi organizzati da questa scuola:

  • My Life è il corso che può fornirti gli strumenti per imparare a comunicare con tuo figlio in modo efficace, individuando nuovi canali per entrare in contatto con lui.
  • Potenzialità, il corso giusto se vuoi aiutare tuo figlio a prendere coscienza di chi è davvero e di quante risorse ha a disposizione per affrontare il futuro alla grande.
    Trova il corso che fa al caso tuo, oppure richiedi una consulenza di un Coach professionista!

Tutti i corsi dell’Istituto The Mind of the Child sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4/2013. I corsi di specializzazione in PNL sono riconosciuti e certificati dalla “Society of NLP”, l’UNICA Organizzazione Internazionale fondata dai creatori della PNL Richard Bandler e John Grinder per garantire la qualità nella formazione in PNL.

Quando è il momento di iniziare un’attività di Coaching

Redazione No Comments

Perché partecipare ad un’attività di Coaching

Desiderio di cambiamento, voglia di raggiungere risultati importanti, affrontare un nuovo percorso personale o professionale. Le motivazioni che spingono le persone a intraprendere un’attività di Coaching possono essere molte e differenti, tutte però sono accomunate dal desiderio di cogliere le numerose opportunità che questo metodo offre.

Il Coaching è un percorso che non può essere imposto, ma che viene scelto. Non vi sono particolari prescrizioni, tutti possono avvicinarsi a questo metodo e trarne benefici: è bene però chiarire che il Coaching è molto differente da altri metodi o discipline che si basano su una relazione di aiuto o sulla soddisfazione di bisogni o necessità. Al Coaching si ricorre per cogliere opportunità e vantaggi, per migliorare concretamente la propria vita. Il cliente instaura con il Coach un rapporto complementare, di partnership, uno scambio finalizzato all’azione. Una persona può decidere di intraprendere questo cammino per individuare una strategia concreta che la conduca diritta verso i propri obiettivi, oppure per apportare cambiamenti significativi nella propria vita, o anche per affrontare un percorso di crescita personale utile a capire come affrontare le situazioni in modo diverso e positivo.

3 buoni motivi per iniziare un’attività di Coaching

Avvicinarsi al Coaching significa aprire una nuova strada che conduce verso nuovo orizzonti. Puoi decidere di cogliere questa opportunità se:

  1. Sei determinato a sostenere il tuo sviluppo personale, a scoprire cose di te che nemmeno immagini. Puoi riuscire a tirare fuori risorse e potenzialità inespresse, sviluppare la tua intelligenza emotiva e imparare ad approcciarti agli altri entrando davvero in contatto con loro. Investendo su te stesso puoi ottenere risultati più importanti di quelli che hai ottenuto fino ad oggi.
  2. Vuoi fare del Coaching la tua professione. Perché no? Si tratta di un lavoro entusiasmante e stimolante, puoi fare la differenza nella tua vita e in quella degli altri, aiutandoli a raggiungere uno stato di benessere e felicità. Per fare questo devi studiare, formarti seguendo corsi che ti abilitano all’esercizio della professione e che consentono il rilascio di certificazioni valide a livello internazionale.
  3. Vuoi fare tuoi gli strumenti del Coaching per ampliare le tue competenze e metterle al servizio della tua professione. Se sei un manager puoi ad esempio intraprendere un percorso di Business Coach per capire come guidare i tuoi dipendenti in modo efficace, se sei un comunicatore o un libero professionista puoi imparare ad approcciarti meglio con gli altri o capire come affrontare stress. In qualsiasi ambito lavori il Coaching rappresenta una grande risorsa per crescere e migliorare.

Avvicinati al Coaching con la The Mind of The Child School

Chiunque tu sia, qualunque siano i tuoi obiettivi, puoi iniziare un’attività di Coaching e cogliere le enormi opportunità di questo metodo.
L’Istituto The Mind of the Child, diretto dalla Coach di fama internazionale Alessia Mortilla, offre una vasta proposta formativa e di certo puoi trovare un percorso adatto ai tuoi obiettivi.
Se ad esempio vuoi avvicinarti al Coaching per migliorare la tua vita, puoi partecipare a:

  • Ri-comincio da me – Principi di Coaching uno straordinario percorso che ti aiuterà a ritrovare l’armonia e l’equilibrio nella vita personale, professionale e nelle relazioni con gli altri.
  • Potenzialità, il corso giusto se vuoi prendere coscienza delle tue potenzialità e sfruttarle per raggiungere i tuoi obiettivi.

Se invece vuoi fare del Coaching una professione, devi sapere che la The Mind of the Child School è l’unica in Italia abilitata alla formazione di Coach in PNL in ben nove ambiti di specializzazione: Life, Sport e School, Business, Children, Family, Relationships e Be-ing the difference (disabilità).
L’Istituto è abilitato al rilascio di certificazioni in PNL riconosciute a livello internazionale. Tutti i corsi sono riconosciuti ai sensi della Legge Italiana 4 / 2013, i corsi di specializzazione in PNL sono inoltre riconosciuti e certificati dalla “Society of NLP” che è l’unica Organizzazione Internazionale creata e riconosciuta dai fondatori della PNL Bandler e Grinder. I programmi e gli esami finali sono riconosciuti alla Associazione Nazionale Professionale di Coaching e PNL (ANPCP), ai fini dell’iter di certificazione come Coach Professionista.